Altri articoli sul numero 95
 Articoli sullo stesso argomento

Giuliana   Gigantelli   vorrebbe   collegare  all'A1200  tre
periferiche  Ide:  un hard disk principale, un lettore Cd, e
un   hard  disk  da  usare  solo  per  il  backup  dei  dati
importanti.

Idefix  97,  in  abbinamento  con un'interfaccia amplificata
come  Winner,  e'  la  soluzione classica al problema: basta
collegare  i  due  hard disk al bus primario (uno dei due va
commutato  in modalita' slave, spostando il suo jumper) e il
lettore  CD  al  connettore  secondario.  Quindi  si  lancia
Hdtoolbox per aggiornare il flag Lastunit sugli hard disk, e
si  reinstalla  il filesystem del cd-rom per tener conto del
suo nuovo numero di unita'.

Ma   Giuliana   non   usa   mai   piu'  di  due  periferiche
contemporaneamente,  quindi la spesa per lo sdoppiatore e il
relativo  software  e'  superflua. Ci sono due alternative a
basso  costo,  da  preferire a seconda delle caratteristiche
delle periferiche.

La  prima  consiste  nell'acquisto  di un cavo IDE a quattro
connettori  su cui collegare tutte e tre le periferiche. Con
un  deviatore  a  levetta  doppio  si  sceglie se dev'essere
alimentato  il  lettore  CD o il secondo hard disk, entrambi
ponticellati   come   slave   dell'hard   disk   principale.
L'interruttore  deve  commutare  i  fili  giallo e rosso del
cavetto  di alimentazione. Dopo una commutazione puo' essere
necessario  un  rescan  del  bus  ide o un reset dell'Amiga:
sarebbe  preferibile spostare l'interruttore solo a computer
spento.

Questa  soluzione  ha lo svantaggio di caricare molto il bus
Ide,  che  potrebbe  iniziare a corrompere i dati. In questo
caso   bisognera'   lasciare   sempre   accese  entrambe  le
periferiche,  e commutare invece i segnali /CS1 e /CS0 della
piattina a 40 poli (fili numero 37 e 38).

A  volte  Amiga resta instabile anche in questo modo, quindi
bisogna  adottare  il  secondo metodo: inserire internamente
l'hard  disk  principale, usando un cavo a tre connettori di
cui  uno  va  portato all'esterno. Il secondo hard disk e il
CD-ROM   verranno   inseriti  in  due  scatole  esterne,  da
collegare all'Amiga secondo le necessita'.

Per  spegnere  il motore dell'hard disk non si deve togliere
la  sua tensione di alimentazione, perche' in questo modo il
protocollo  di  comunicazione  con  l'Amiga puo' "perdere il
sincronismo",  con  corruzione dei dati. E' meglio usare uno
dei  tanti  programmi  PD disponibili su Aminet (es: HDoff),
che  spengono  l'hard  disk  via  software. Ogni riavvio del
motore e' un piccolo trauma per le testine del disco, quindi
per preservarlo sarebbe meglio sopportare il rumore e tenere
l'hard disk sempre acceso.


Main Previous Next