Altri articoli sul numero 94
 Articoli sullo stesso argomento

L'hard  disk  DHEA  36480 sembra aver acceso molto interesse
tra  i  lettori  alla ricerca di un hard disk degno del loro
Amiga  espanso, grazie al prezzo relativamente basso unito a
prestazioni  molto  elevate. La tabella 2 mostra i risultati
di  SCSIspeed  misurati su un A1200 non accelerato. Su A4000
con   scheda   68040   Commodore   il   transfer-rate  sara'
leggermente   inferiore;   questi   valori   riflettono   le
prestazioni   dell'interfaccia   IDE   dell'Amiga   e   sono
sovrapponibili  alle  misure ottenute con altri hard disk da
5400  giri  al  minuto  come  i  Quantum  Fireball  ST.  Gli
eccellenti risultati del benchmark SeekSpeed giustificano il
grande  incremento  di velocita' ottenuto sostituendo questo
hard  disk  ad  uno  della  vecchia generazione: fino a poco
tempo  fa,  solo  i migliori hard disk SCSI potevano vantare
tempi di accesso paragonabili.

L'elevata   capacita'  di  questo  disco  e'  l'origine  dei
problemi  di  compatibilita' segnalati da alcuni lettori. Il
Kickstart  non  e'  in grado di gestire dischi con capacita'
superiore  ai  canonici  4 Gb: quindi anche se HDtoolbox da'
l'illusione  di  poter  partizionare  l'intera capacita' del
disco,  si devono lasciare tassativamente vuoti gli ultimi 2
Gb.

Prima  di  poterli usare, bisognera' prelevare da Internet e
installare  la patch per gestire dischi di grande capacita',
che   va   obbligatoriamente   accompagnata  con  l'apposita
versione  speciale  del  FastFilesystem da inserire nell'RDB
del  disco  e  nella  directory  L del disco di boot. Solo a
questo  punto  si  puo' ripartizionare e riformattare l'hard
disk a piena capacita'.

Se   le  patch  non  sono  state  installate  correttamente,
trabocchera'  una  routine  che calcola il numero del blocco
fisico  da  scrivere.  Normalmente  subito non accade nulla.
Pero',  man  mano che si riempe il disco, nel momento in cui
si supera il limite di 4 Gb i dati sovrascriveranno la parte
iniziale del disco, che comprende l'RDB. Al successivo reset
l'intero    contenuto   di   tutte   le   partizioni   sara'
irrimediabilmente perduto.

Teoricamente la massima dimensione di una partizione (usando
blocchi  da  512  byte)  e'  4  Gb,  ma  se  la patch non e'
installata  e' meglio non creare partizioni piu' grandi di 2
Gb.  Dimensioni  maggiori  causano il traboccamento di altre
routine del Kickstart e del Workbench, che dichiareranno che
la  capacita'  della partizione e lo spazio libero rimanente
sono numeri negativi. Questo causa segnalazioni di errore da
parte  dell'Installer di sistema e di una quantita' notevole
di programmi, che possono anche bloccarsi del tutto. 2 Gb e'
anche  la  massima  lunghezza  possibile per un file, quindi
alcuni  programmi  di  backup  si  bloccano tentando di fare
l'image backup di partizioni piu' grandi.

Il  disco  DHEA 36480 non ha bisogno di ridurre il parametro
Maxtransfer, che puo' essere lasciato al default 0xffffff, e
il  suo  transfer-rate  aumenta  lievemente  installando  il
pacchetto   Idefix   97,   che   contiene   una  scsi.device
ottimizzata.

Segnaliamo  che  alcuni  esemplari  di scheda Cyberstorm 060
stravolgono   le  temporizzazioni  dell'interrupt  associato
all'interfaccia  IDE,  con  conseguente  corruzione dei dati
(overrun).  Un'aggiornamento  del firmware di gestione della
loro  FPGA  riprogrammabile dovrebbe curare il problema, che
comunque   migliora  o  sparisce  del  tutto  rimappando  il
Kickstart  in  RAM,  disabilitando  le  cache  o installando
Idefix 97.


Main Previous Next