Altri articoli sul numero 94
 Articoli sullo stesso argomento

Francesco Catalfamo e' perplesso perche' dopo aver collegato
al  suo  A1200  accelerato  il lettore CD-ROM, si verificano
errori  di  sistema  a caldo (mezz'ora circa dall'accensione
dell'A1200).   Il   lettore  e'  un  modello  Funai  8x  con
interfaccia  Atapi,  collegato  alla  porta IDE interna come
slave  dell'hard  disk. L'alimentatore di Francesco e' stato
ricavato  adattando  un  alimentatore  per PC compatibili da
200W  e  non da' problemi con altri Amiga, ma e' chiaramente
il   responsabile   del   difetto   perche'  tutto  funziona
perfettamente utilizzando un alimentatore per A500 da 4.5 A.

Il  difetto  ha una spiegazione molto semplice: da circa due
anni   la  grande  maggioranza  degli  alimentatori  per  PC
compatibili  assemblati  e'  costruita senza alcun controllo
usando   componenti  scadenti  o  inappropriati,  quindi  le
tensioni di uscita sono stabilizzate in maniera grossolana e
attenuano     in     modo     insufficiente    i    disturbi
dell'alimentazione   di   rete.  Questi  circuiti  dozzinali
iniziano  a  stararsi  gia' dopo pochi giorni di utilizzo, e
causano  malfunzionamenti  nelle  motherboard piu' sensibili
come  certe  revisioni  di  A1200  e  alcune  schede Pentium
economiche.

La  penosa  situazione,  sperabilmente  transitoria,  si  e'
potuta  verificare  perche'  l'alimentatore arriva da Taiwan
gia' montato nel cabinet del PC da assemblare: in pratica il
primo  anello  della catena commerciale dell'alimentatore e'
un'azienda  metallurgica  che  si occupa di piegare lamiere,
che  normalmente non e' in grado di valutare o contestare le
caratteristiche   dell'alimentatore  al  suo  fornitore.  E'
importante  sapere che la certificazione ISO9000 del cabinet
non  garantisce  automaticamente  la  qualita'  del prodotto
(anche   un   alimentatore   "ISO9000"   puo'  essere  fuori
tolleranza),  ma  almeno testimonia l'esistenza di controlli
periodici sulla produzione.

Fino   a   qualche   tempo   fa   la   linea   a   +12  volt
dell'alimentatore  era  molto  sollecitata, perche' gli hard
disk  erano grandi e rumorosi divoratori di corrente, quindi
un    alimentatore    marginale   sarebbe   stato   scoperto
immediatamente.  Oggi  questo  non  e'  piu'  vero,  e molti
produttori  disonesti  inseriscono  nell'alimentatore  degli
scadenti  condensatori  di  uscita  in  alluminio  invece di
condensatori a basso ESR.

Il  componente  sovraccarico si surriscalda, e in pochi mesi
le  sue  proprieta'  elettriche,  gia' insufficienti per una
corretta  regolazione  della tensione, si degradano oltre al
limite tollerabile. I 200 w scritti sull'etichetta diventano
cosi'  20-40  watt  "reali", e basta collegare un carico che
assorbe  molta corrente a 12V (un lettore CD veloce) perche'
il  problema  diventi  evidente.  Viceversa  un carico sulla
linea  a  +5  volt ha spesso un effetto positivo, perche' la
sua  bassa  impedenza  tende  a  smorzare le spurie. In ogni
caso, il funzionamento e' incerto e inaffidabile.

Per questo motivo bisognerebbe sempre controllare taratura e
stabilizzazione  degli  alimentatori  di  recupero usando un
carico  fittizio (es: un vecchio hard disk in disuso), prima
di   modificarli   per   l'Amiga.   Solo   se  Francesco  ha
l'attrezzatura  necessaria,  cioe'  oscilloscopio  e tester,
potra'  riparare  o  ritarare  da se' l'alimentatore per PC;
altrimenti e' meglio sostituirlo.

Chi  non ha esperienza e attrezzi adatti non dovrebbe aprire
l'alimentatore,  perche'  alcuni circuiti restano a tensioni
elevate  (circa  400V  DC)  per  diversi  minuti  dopo  aver
staccato la spina di rete, e si corre il rischio di ricevere
una scarica elettrica pericolosa. Per ridurre il pericolo si
possono indossare guanti di gomma asciutti.

Alcuni  lettori  tra  cui  Simone Monsignori vogliono sapere
dove  e'  possibile  acquistare lo spinotto di alimentazione
quadrato a 5 poli per A500, A600 e A1200. Questo connettore,
usato  solo  da  Commodore,  si puo' richiedere in qualsiasi
negozio di elettronica che si rifornisce dal distributore di
ricambi  e  prodotti elettronici Elcart di Milano. Il codice
articolo Elcart e' 5/2890 .


Main Previous Next