Altri articoli sul numero 93
 Articoli sullo stesso argomento

Se   l'hard   disk   IDE   o   EIDE  inizia  a  dare  errori
(formattazione  completa  che  si  blocca, rumori di urto ed
errori  accedendo a certi file) significa che si e' rotto, e
la formattazione a basso livello non puo' certo riparare una
testina  spaccata  o  un  chip fuso, come spera Antonello De
Santis.

Ma prima di pensare al peggio bisogna fare qualche verifica.

Se  la  formattazione veloce funziona ancora, puo' farsi che
il   parametro   MaxTransfer   della  partizione  sia  stato
impostato  a 0xffff per risolvere problemi di corruzione dei
dati.  Questo  valore  non e' supportato dal comando Format,
eccetto che per la formattazione veloce.

Viceversa,  il  comando  "Verify data on drive" di HDtoolbox
che  si  blocca  e' il segnale certo di un malfunzionamento.
Potrebbe  esserci un guasto nell'interfaccia IDE del drive o
nella  piattina  di collegamento con l'Amiga, che sara' bene
sostituire per prova.

Infine,  se  l'hard  disk  IDE  e' un modello da 3.5 pollici
collocato   internamente   potrebbe  essersi  surriscaldato,
soprattutto  quando  il  difetto  si  manifesta dopo qualche
minuto  dall'accensione. Ma spesso il calore eccessivo causa
danni  irrimediabili,  che  riducono  a  pochi  mesi la vita
dell'hard disk.

Se c'e' il sospetto che l'hard disk sia effettivamente rotto
e  per  questo  motivo non permette piu' l'accesso ad alcune
partizioni  (ma  consente comunque di lavorare), non bisogna
ripartizionarlo  e riformattarlo se non c'e' la possibilita'
di  trovare un sostituto in tempi brevi. Se la formattazione
fallisce, non sara' piu' possibile reinstallare il Workbench
e  fare  il  boot:  si  passa  da un Amiga malfunzionante ma
utilizzabile ad un Amiga non funzionante e inutilizzabile!


Main Previous Next