Altri articoli sul numero 93
 Articoli sullo stesso argomento

Giuseppe  Giuffrida chiede un suggerimento sul modo migliore
di espandere il suo sistema, composto da un A1200 con scheda
TQM  030  a  50 Mhz, 16 Mb di Fast RAM, hard disk esterno da
545  Mb,  interfaccia  Telmex PCMCIA con lettore 8x, monitor
multisync  e modem. L'espansione non dovrebbe costringere ad
eliminare   la   periferica   PCMCIA,  mentre  e'  utile  la
possibilita' di inserire una scheda grafica Zorro II o Zorro
III e un'acceleratrice PowerPC.

Esiste  un  prodotto fatto praticamente su misura per queste
esigenze:   il   cabinet  modulare  Micronik  con  la  nuova
daughterboard  Zorro  III,  doppio  slot  CPU  stile A4000 e
A1200,  slot video e adattatore per zoccolo PCMCIA a "elle".
I  punti  deboli  della  soluzione  sono  solo due: il costo
elevato   e   il  fatto  che  l'A1200  riserva  alla  PCMCIA
addirittura  meta'  dello  spazio d'indirizzamento a 24 bit,
quindi  se  si vuole conservare la scheda PCMCIA si potranno
inserire schede Zorro II con un massimo di 4 Mb di memoria a
bordo. Il limite non si applica alle schede Zorro III.

Se  l'A1200  di  partenza  ha  poche  espansioni dedicate, e
l'A1200  di  Giuseppe  ha  solo la TQM 030, potrebbe persino
essere  piu'  conveniente  vendere  l'A1200  e acquistare un
A4000/030 usato. SIMM, coprocessore matematico, meccanica CD
e  HD,  monitor  ecc.  sarebbero immediatamente trasferibili
sull'A4000, che a fronte di una scheda CPU 030 a soli 25 Mhz
ha  il  vantaggio di avere la mainboard funzionante a 25 Mhz
(contro  i 16 Mhz dell'A1200), uno slot video ben collaudato
e  un'interfaccia  IDE  con  buffer  meno  sensibile ai cavi
lunghi.

Se  invece  l'A1200  ha una scheda 68040 o 68060, il cabinet
Micronik Zorro III e' senz'altro la scelta migliore, perche'
di fatto porta l'A1200 al livello di un A4000T con una spesa
inferiore.

Anche  i  dubbi  di  Emilio  Bova,  che dubita di riuscire a
sfruttare  al  meglio  la  scheda  grafica se acquistera' un
tower  per  A1200,  potrebbero  essere completamente risolti
dalla   nuova   daughterboard  Micronik  Zorro  III.  Appena
possibile  la  metteremo  alla  prova  per  verificare se le
promesse di Micronik sono veritiere.

Nel  frattempo,  abbiamo  constatato  che le ultime versioni
delle  daughterboard  Zorro  II  non-PCI  sono perfettamente
compatibili  con  Picasso  II  e altre schede grafiche della
precedente  generazione;  il  problema e' che sono ancora in
circolazione  daughterboard  vecchie  che  non supportano le
schede grafiche.

Sannino  Niger  chiede  se  la  daughterboard  degli attuali
cabinet  continuera'  a  funzionare con le schede PowerUP di
PhaseV,  che  entro  breve  tempo  diventeranno  un acquisto
obbligato per chi cerca le massime prestazioni.

Per  ora  ne'  Eagle  ne'  Micronik  hanno  fatto  esplicite
dichiarazioni in questo senso. Tuttavia sin dall'anno scorso
stanno  collaborando  strettamente  con  Phase  V, quindi le
acceleratrici  PowerUP  dovrebbero essere compatibili con le
daughterboard  Micronik  ed Eagle. Le PowerUP non hanno slot
Zorro, come teme Sannino, ma hanno la forma e le connessioni
di tutte le altre schede CPU.


Main Previous Next