Altri articoli sul numero 92
 Articoli sullo stesso argomento

Roberto  chiede  anche  se  per aumentare lo spazio disco e'
piu'  conveniente  affiancare un secondo disco SCSI a quello
gia'   collegato  alla  SuperBigbang  oppure  acquistare  un
controller  IDE  Zorro  e  rivolgersi  al piu' vasto mercato
degli  hard  disk  EIDE  per  IBM compatibili. Anche Massimo
Marino,  che  possiede  un  A4000, chiede se esistono validi
controller  EIDE per sfruttare al pieno delle possibilita' i
veloci   hard   disk   per   IBM   compatibili   dell'ultima
generazione,  che  hanno un costo molto competitivo rispetto
agli analoghi modelli SCSI2 Fast.

Il  problema  principale  degli  hard  disk  EIDE e' che non
esiste  nessun controller per Amiga in grado di sfruttare le
modalita'   di   trasferimento  dati  veloci:  ci  si  ferma
teoricamente  a  circa  3  Mb al secondo, e in pratica anche
prima.   Un  disco  EIDE  ad  alte  prestazioni  arriverebbe
facilmente   a   9   Mb  al  secondo,  che  sono  un  valore
praticamente  identico  a  quello  ottenuto  con  i migliori
controller SCSI2 Fast per Amiga. Per il momento non esistono
ancora  hard  disk EIDE in grado di erogare realmente i 16.6
Mb al secondo teorici previsti dalle attuali specifiche, che
vengono  spesso  spacciati  per  la  velocita' effettiva del
disco.

Se le prestazioni sono importanti, bisogna quindi orientarsi
ai dischi SCSI2 o SCSI3, da collegare ad un controller SCSI2
Zorro  3 oppure all'acceleratrice 68040/60. Eventualmente si
puo' usare un adattatore da 68 a 50 pin, venduto da Computer
Discount, Intracom e Turnover, che limita la velocita' ad un
valore di 8 - 9 Mb al secondo (gia' molto buono).

Anche  nel  caso dell'interfaccia SCSI lo stato dell'arte e'
rappresentato  dai  modelli  di  tipo  Ultra Fast a 20 Mb al
secondo (eventualmente anche Wide, con cavo a 68 fili invece
che  50),  che purtroppo non sono direttamente supportati da
nessun  controller Amiga. Phase 5 ha annunciato l'intenzione
di  produrre  un controller di questo tipo per le sue schede
con PowerPC.

Il  controller  limita  in  maniera  minima  la velocita' di
accesso ai dati, che e' molto importante durante l'accesso a
file  di medie o piccole dimensioni. Quindi l'acquisto di un
hard  disk  con  prestazioni elevate, EIDE o SCSI, e' sempre
vantaggioso.

In   conclusione  se  Massimo  Marino  ha  bisogno  di  alte
prestazioni  suggeriamo  di acquistare un controller SCSI di
tipo  Zorro 3 (assolutamente non Zorro2, che ha gli identici
limiti  di  velocita'  del  controller IDE interno di A4000)
oppure  per  l'acceleratrice, da abbinare a un disco ad alte
prestazioni.  Se  invece  circa  2,5-3 Mb al secondo possono
bastare,  l'acquisto di un disco EIDE e' la scelta migliore.
L'unico   problema   di   compatibilita'  con  l'A4000  puo'
dipendere  dalla diversa gestione della linea di reset (filo
numero  1 della piattina) della porta IDE rispetto all'EIDE.
Spesso  e'  sufficiente  tagliare  il  filo per ottenere una
partenza  corretta,  ma a volte bisogna anche dare due volte
il  reset  all'Amiga per far riconoscere l'hard disk. Questo
e'  un problema tipico degli economici dischi Maxtor, mentre
i  Western  Digital della serie Caviar e i Seagate sono piu'
compatibili.

Roberto  Spada  dovrebbe  per forza comprare un secondo hard
disk SCSI2 da collegare in cascata a quello attuale. Infatti
la   CPU   accede   al  controller  integrato  nella  scheda
acceleratrice con velocita' molto maggiore di quella con cui
puo'  raggiungere  gli  slot  Zorro.  L'unica  eccezione  e'
rappresentata    dal    controller    AT-BUS   delle   prime
acceleratrici GVP per A2000 (e' davvero lento).


Main Previous Next