Altri articoli sul numero 88
 Articoli sullo stesso argomento

Adelfo  Afoni  e'  rimasto  molto  deluso dal suo A1200, che
voleva   usare   per   titolare   le  videocassette,  magari
completandole   con  qualche  animazione.  La  qualita'  del
segnale  videocomposito  prelevato  dall'uscita  del 1200 e'
risultata  insufficiente,  con  ampiezza  inferiore a 1 volt
picco-picco   e   sincronismi  apparentemente  malformati  e
instabili;  inoltre  il  genlock  che ha usato (di marca non
specificata)  accettava solo segnali stabilizzati da un TBC.
Frustrato dagli insuccessi, Adelfo ha quindi ripiegato su un
vecchio  Sony  700  MSX-2  a  8  bit,  che  a  suo avviso e'
nettamente superiore all'Amiga.

Non  abbiamo  timori  nell'ammettere  che il Sony 700 ha una
migliore  resa  video  dell'A1200  base:  come  il suo clone
Philips,  era  un computer progettato con cura appositamente
per la videotitolazione, e proprio per questo motivo costava
una   fortuna.   Divenne   accessibile   solo  quando,  dopo
l'insuccesso  commerciale  statunitense,  Sony  liquido'  le
giacenze  di magazzino in Italia. Equippaggiando l'A1200 con
apparecchiature video dello stesso livello qualitativo siamo
sicuri   che   i   problemi   di  Adelfo  sarebbero  svaniti
rapidamente,  come  testimoniano  migliaia  di installazioni
professionali basate su Amiga.

Detto  questo,  e' probabile che l'A1200 di Adelfo abbia dei
problemi  o non sia stato collegato correttamente. L'encoder
PAL  che  contiene  e'  infatti  un  popolare chip Sony, che
normalmente  svolge  il  suo  compito  in  maniera  piu' che
dignitosa.  Mentre  si  usa  l'uscita videocomposita bisogna
pero'  ricordarsi  di tenere sempre collegato un monitor RGB
alla   porta   a   23   piedini,  altrimenti  agli  ingressi
dell'encoder  PAL  arriva  una  tensione  troppo alta che lo
porta  in  saturazione. Il risultato sono colori innaturali,
sovrasaturi e debordanti.

Il  livello  del  segnale  videocomposito dipende ovviamente
dall'impedenza  dell'ingresso  video  a  cui e' collegato: a
vuoto e' di 2 volt picco-picco, mentre su un carico standard
di  75  ohm  non scende mai sotto agli 0.8 volt picco-picco.
Sono  effettivamente un po' pochi, ma facilmente aumentabili
usando  un  normale amplificatore video o collegandosi ad un
ingresso di impedenza piu' alta.

Il  sincronismo  e'  stabilissimo,  ma  sotto carico tende a
comprimersi  (e'  questa l'origine della perdita di 0.2 volt
rispetto  al  valore previsto dalle norme). Tra gli scopi di
un  buon genlock c'e' proprio quello di amplificare l'uscita
videocomposita  dell'Amiga,  che  altrimenti puo' servire al
massimo per lavori amatoriali.

Quando si dice che Amiga e' particolarmente adatta ai lavori
video  non  significa che e' gia' pronta ad essere collegata
al  videoregistratore:  tant'e'  vero che tutti i modelli di
punta non hanno neppure un ingresso o uscita videocomposita.
La  vera  forza  di  Amiga  in  questo campo sta nell'enorme
quantita' di programmi disponibili per i lavori video. Sulle
altre  piattaforme c'e' poco piu' di quello che si trova sul
CD  o  i dischetti forniti con la scheda: magari e' software
di  buona qualita', ma appena serve qualcosa di non previsto
dal  suo  ideatore  si resta bloccati. Inoltre l'hardware di
Amiga  e'  dotato  di controllo software della scansione: le
animazioni  e gli scroll sono automaticamente sempre fluidi.
Se  si completa il quadro con una gamma di periferiche video
che vanno dal vecchio genlock analogico alle interfaccie per
montaggio  rack  multimilionarie, e' chiaro perche' Amiga e'
cosi' stimata.

Ci   spiace  che  qualche  fraintendimento  possa  provocare
delusioni  come  quella  di  Adelfo, al quale consigliamo di
procurarsi un buon genlock semiprofessionale, ad esempio uno
dei  modelli  tedeschi  di  recente  produzione recensiti da
Amiga   Magazine.  Non  si  puo'  pensare  di  lavorare  con
soddisfazione  senza  un adeguato investimento iniziale. Per
fornire  pareri  e soluzioni piu' specifiche, ci occorre una
descrizione   piu'   completa  della  configurazione  e  del
problema.


Main Previous Next