Altri articoli sul numero 87
 Articoli sullo stesso argomento

Gianfranco  Orlandini  usa un A4000 con scheda Picasso II+ e
monitor Commodore 1942, che funzionano correttamente sinche'
non si prova a collegare un digitalizzatore Newtronic Videon
4.0  oppure  un  genlock  ECR MK2+. In queste condizioni, il
monitor  1942  non  sincronizza l'immagine. Pero' collegando
l'uscita  monitor  del  digitalizzatore o genlock ad un cavo
SCART  il televisore visualizza l'immagine in modo PAL senza
alcun problema.

La   mancata   sincronizzazione  non  dipende  dalla  scheda
Picasso,  che  non  ha  alcuna  colpa,  ma  dal  modo in cui
digitalizzatore  e  genlock manipolano i segnali della porta
RGB.  Normalmente  la  loro  porta  passante RGB non riporta
tutte le tensioni di alimentazione, e quindi se l'adattatore
da  23  a 15 piedini del monitor multiscan e' di tipo attivo
non  potra' funzionare. Una semplice misura col tester basta
ad  individuare  il  difetto,  che  si  risolve  modificando
genlock  e digitalizzatore (aggiungendo il filo mancante tra
la  porta  d'ingresso e quella di uscita), oppure costruendo
un  cavo  RGB  di  "bypass".  Altre volte, i segnali che non
vengono  riportati  sul  connettore  RGB per il monitor sono
Hsync e Vsync (pin 11 e 12).

Il  caso  piu'  frequente  e'  un  altro:  il  genlock  e il
digitalizzatore  pilotano  i  segnali di sincronismo Hsync e
Vsync    con    impulsi    di    forma    distorta.   Schede
deinterallacciatrici e monitor multiscan non riescono piu' a
riconoscere  i  sincronismi,  quindi  a  genlock  spento non
mostrano  correttamente l'immagine nei modi diversi dal PAL.
A  genlock  attivo  l'inibizione  dei  modi  non a 15 Khz e'
invece una funzione svolta dall'hardware di Amiga, che serve
per  proteggere  le delicate apparecchiature video. Nei casi
piu'  gravi,  e'  impossibile anche la visualizzazione della
risoluzione PAL a 15 Khz.

Il  problema non si manifesta con alcuni genlock (ad esempio
le  revisioni  5  e  7 del GVP G-LOCK), mentre per gli altri
occorre  da  un particolare adattatore da 23 a 15 pin attivo
prodotto  qualche  anno  fa  da  Commodore, che provvedeva a
rigenerare  gli  impulsi di sincronismo HSYNC, VSYNC e CSYNC
facendoli  ritornare  compatibili  con  i monitor multiscan.
Questo  problema,  facilissimo  da  risolvere con un piccolo
circuito elettronico, non ammette soluzioni software.


Main Previous Next