Altri articoli sul numero 86
 Articoli sullo stesso argomento

Una  delle richieste piu' frequenti riguarda la possibilita'
di  utilizzare un alimentatore di A500 in parallelo a quello
dell'A1200,  per  sommare  le  loro  potenze  e  quindi  far
funzionare anche le configurazioni piu' espanse.

Purtroppo, questa soluzione da' piu' svantaggi che vantaggi.
Infatti un parallelo diretto non e' assolutamente possibile,
perche'    richiederebbe   una   circuiteria   appositamente
progettata  per  questo  scopo.  Si  puo'  invece utilizzare
l'alimentatore  dell'A500  per  accendere  esclusivamente le
periferiche, lasciando a quello dell'A1200 il compito di far
funzionare la motherboard e la scheda acceleratrice.

Nel   fare   quest'operazione  bisogna  assicurarsi  che  la
corrente  erogabile sulla linea a +12 volt dell'alimentatore
dell'A500 sia compatibile con le esigenze delle periferiche,
e  che le masse dei due alimentatori siano unite tra di loro
in  maniera corretta. Non esiste una sola soluzione a questo
requisito;  lo  scopo  finale  e' evitare che il circuito di
alimentazione  delle  periferiche  si  richiuda attraverso i
conduttori  dei  cavi  piatti  del  bus IDE, inducendo cosi'
disturbi   indesiderati.  In  queste  condizioni,  qualsiasi
piccolo  disturbo elettrico provoca il blocco del computer o
la  comparsa  di  errori  di  accesso al disco. Puo' bastare
persino  l'accensione  del monitor, e addirittura in un caso
ci e' stato segnalato un reset ogni volta che qualcuno suona
alla porta di casa.

Per  questo motivo, se i risultati estetici e funzionali non
soddisfano    conviene   rinunciare   all'idea   e   passare
direttamente  all'acquisto  di  un alimentatore potenziato o
all'adattamento  di  un  alimentatore per PC compatibili. Un
tester   e   un   buon   saldatore   sono  i  due  strumenti
indispensabili   per   portare   a   termine   con  successo
l'operazione.


Main Previous Next