Altri articoli sul numero 85
 Articoli sullo stesso argomento

Alcuni  lettori sono rimasti perplessi dalle affermazioni di
rivenditori  che  sostengono  l'assoluta  impossibilita' per
Amiga  di  pilotare  stampanti moderne (laser oppure a getto
d'inchiostro  a  colori) per l'incompatibilita' hardware tra
porta parallela Amiga e PC e per carenza di driver adatti.

Qualche problema esiste realmente, ma e' molto meno grave di
quanto   certi  rivenditori  (forse  ansiosi  di  vuotare  i
magazzini) sono abituati a dipingere.

Amiga  non  puo'  usare  due  tipi  di stampante: quelle con
protocollo  GDI (per uso esclusivo con Windows) e quelle che
supportano  il  nuovo tipo di compressione dinamico dei dati
messo    a    punto   da   Adobe   (tecnologia   PrintGear);
fortunatamente in genere questi prodotti hanno un'emulazione
opzionale  Epson, HP o IBM. Anche le stampanti per Apple non
sono  collegabili direttamente, ma possono essere utilizzate
tramite un emulatore hardware come Emplant Deluxe o A-Max 2.

Un   probelma  piu'  insidioso  riguarda  la  compatibilita'
elettrica   della   porta   parallela.   Ultimamente   molti
produttori  hanno  deciso di superare i limiti imposti dalla
porta    parallela   originaria   degli   IBM   compatibili,
realizzando  stampanti  che  gestiscono  una temporizzazione
piu'  veloce.  Purtroppo  i  CIA  di Amiga sono estremamente
lenti,   soprattutto  su  A1200.  Il  risultato  e'  che  la
stampante  non  acquisisce  i  dati nel momento desiderato e
quindi  stampa  in  modo  scorretto  persino  semplici testi
ASCII,  oppure  si  blocca  senza  stampare:  Amiga  si vede
"passare  davanti"  cosi'  in  fretta  il segnale di ACK che
resta  completamente confusa in un'improbabile eterna attesa
di  una  nuova  conferma  della trasmissione. Questo difetto
interessa  un  numero  limitato di modelli di stampante e si
manifesta solo con alcuni Amiga.

Il  problema  dei printer driver, un tempo molto grave, oggi
e' in via di risoluzione. Se si acquista un modello di marca
affermata  (HP,  Epson,  Citizen,  Canon... ) si puo' essere
certi di poterlo sfruttare almeno al 90% delle possibilita',
se  non  al  pieno, attraverso i driver offerti da programmi
come TurboPrint (recentemente arrivato alla versione 5).



Main Previous Next