Altri articoli sul numero 83
 Articoli sullo stesso argomento

Sono  molte  le  richieste  di  chi  vuole  approfittare del
recente  crollo  dei  prezzi  per sostituire o affiancare il
proprio  disco  rigido  (magari incompatibile con i CD-ROM o
troppo piccolo) con uno dell'ultima generazione.  Poiche' la
maggior  parte  dei rivenditori non e' in grado di informare
sul  grado  di  compatibilita' con A1200 ed A4000, e' sempre
consigliabile     prendere    accordi    per    un'eventuale
sostituzione:  piu' che il prezzo migliore e' meglio cercare
il negozio che offre la scelta piu' ampia.
Per  i dischi SCSI2 il primato Micropolis e' offuscato dalle
serie   Barracuda   di   Seagate,  che  offre  un'eccellente
velocita'   a   prezzo  accattivante.   Quantum  continua  a
produrre ottimi dischi di classe media (per quelli delle sue
serie   economiche   ed   evolute,  e'  meglio  valutare  la
convenienza  modello  per  modello), mentre Fujitsu piu' che
sulle  prestazioni  punta sull'affidabilita' e sull'aderenza
allo  standard;  assieme  a  Micropolis per ora e' l'unica a
produrre  veri  dischi AV (senza ricalibrazione).  Gli SCSI2
IBM  sono  particolarmente convenienti e veloci; ultimamente
hanno  limato  un  po'  anche l'unico difetto superstite, la
scarsa compatibilita'.
Conner,   da   sempre   campione   di  convenienza  (ma  con
prestazioni  e  affidabilita' modeste) e' stata acquisita da
Seagate  e  le  sue  linee  di  prodotti  sono  destinate ad
omologarsi  lentamente con la casa madre.  I dischi SCSI con
il  suo  marchio  sono  da prendere in esame solo in caso di
offerte eccezionalmente convenienti.  Evitare tassativamente
i  vecchi  dischi  IBM  serie  066x, che funzionano solo con
qualche raro controller.
Per  quanto  riguarda  i dischi EIDE la scelta e' molto piu'
facile.   I  dischi  moderni  hanno  tutti caratteristiche e
prestazioni  su  Amiga  molto  simili,  mentre i problemi di
incompatibilita'    totale   sono   rarissimi.    Abbastanza
frequente,  invece,  la  necessita' di impostare a 0xffff il
parametro  MaxTransfer di ogni partizione DOPO (e solo dopo)
la  formattazione  e  di fare un doppio reset all'accensione
quando  e'  inserita  una scheda acceleratrice.  Tra i tanti
modelli  sul  mercato  interessanti  citiamo i Seagate della
serie Medalist Pro, con la nuova forma compatta perfetta per
l'A1200.
Amedeo   Milella   ha   provato  ad  installare  un  Quantum
Trailblazer 850 sul suo A1200 con TQM, ma il motore del'hard
disk  si  avvia solo estraendo l'acceleratrice (anche usando
un alimentatore potenziato).
Il  problema  sembra  essere  dovuto  all'alimentatore:  per
eliminare  ogni  dubbio superstite, si sfila la piattina dei
dati  dall'hard disk tenendolo collegato al 1200 solo con il
connettore  di  alimentazione.   Se in queste circostanze si
accende  il  motore,  per  ripristinare la compatibilita' di
solito basta tagliare il filo numero 1 (quello colorato) del
cavo piatto.
Se  invece  continua a non accendersi, e' evidente che anche
l'alimentatore  "potenziato" e' insufficiente (probabilmente
e' un normale alimentatore su cui sono stati trascritti dati
di  targa  ottimistici),  oppure  il  cavo  di alimentazione
dell'hard disk e' collegato in modo scorretto (in serie alla
linea  a  +5  volt  o +12 volt c'e' una resistenza parassita
eccessiva).
In  questi  casi e' utilissima una misura di tensione con il
multimetro ("tester").  Piccoli tester digitali universali a
3  cifre  e  mezza  (cioe'  con  fondo  scala  a +/-1999) di
produzione  orientale  si trovano ormai in qualsiasi negozio
di  elettronica o centro commerciale.  Di costo compreso tra
25000  e  45000  lire,  sono  indispensabili  per  chi  vuol
"mettere  le  mani" sull'hardware.  Naturalmente non bisogna
credere che i numeri che mostrano siano veri sino all'ultima
cifra,  ma  sono  piu'  che  sufficienti per diagnosticare i
principali  problemi di alimentazione e l'efficienza di cavi
e  pile.   Con  100000  lire  in  piu' si possono acquistare
tester  con  caratteristiche  simili  ma un leggermente piu'
versatili,  robusti,  precisi  e  sicuri.  Per uno strumento
realmente  preciso  e  affidabile si raggiunge facilmente il
mezzo  milione,  ma  non  e' adatto a chi e' alle prime armi
(che non saprebbe sfruttare a fondo le sue caratteristiche).


Main Previous Next