Altri articoli sul numero 83
 Articoli sullo stesso argomento

Alessandro Gaggiano chiede come puo' sfruttare pienamente il
suo  lettore  ATAPI  6x  Aztech  collegato  ad A1200 con TQM
68030,  che  invece  di  circa  900  Kb/sec ne fornisce 675.
Anche Vito Colavito segnala un problema simile.
In  questi casi bisogna innanzitutto assicurarsi che il test
di velocita' sia effettuato in maniera corretta; consigliamo
di  utilizzare  SCSIspeed, ricordando di specificare il nome
del  device  e il parametro BUF1=2048 dalla linea di comando
della shell.  In questo modo viene misurato il transfer rate
netto   garantito  dalla  combinazione  CD+controller+device
ATAPI;  cambiando  device  ATAPI  il risultato puo' variare.
Alcuni  lettori  particolarmente economici non sono in grado
di  garantire  il pieno transfer rate dichiarato per piu' di
qualche  attimo,  e  quindi  con quei modelli e' normale non
riuscire a raggiungere, in media, i 900 Kb al secondo tipici
della   sestupla  velocita'.   Il  minor  tempo  di  accesso
rispetto  ai  2x  -  3x e 4x (riduzione della latenza dovuta
alla  maggiore  velocita'  di  rotazione)  e'  invece sempre
garantito.
Il  transfer  rate  misurato  da SCSIspeed non e' mai quello
effettivamente  disponibile,  perche' il file system ISO9660
lo  abbassa  piu'  o  meno  lievemente  a  seconda della sua
efficienza.   In genere i filesystem piu' veloci sono quelli
commerciali, come AsimCDFS recensito sul numero 75.
A  partire  dalla sestupla velocita' si evidenziano i limiti
del  controller.  Un controller relativamente lento (PCMCIA,
Zorro  2 non DMA o porta IDE degli A600, A1200 e A4000) puo'
degradare  le prestazioni in modo sempre piu' accentuato man
mano  che  la velocita' cresce.  Ricordiamo che la velocita'
massima  raggiungibile  dal controller A2091 quando opera su
A3000  ed  A4000  si  aggira  sui 450 Kb/sec, contro i circa
1600-1800  Kb/sec  se  installato  in  un  A500  o  A2000 ed
operante  in  DMA, mentre Squirrel Classic raggiunge circa 1
Mb/sec.


Main Previous Next