Altri articoli sul numero 79
 Articoli sullo stesso argomento

A  questo  punto  dovrebbe  esser chiaro che la misura delle
prestazioni  di  un  hard  disk non si puo' riassumere in un
paio  di  parametri.   Ma  qual'e' la scala d'importanza dei
fattori appena esaminati?
Non  esiste  una  risposta  unica,  perche' tutto dipende da
qual'e'  l'elemento  piu'  lento  sul  percorso dei dati nel
proprio  computer.   Con  l'unica  eccezione  dei controller
SCSI2  veloci di alcune acceleratrici 040/060 e di quelli su
bus  Zorro  3,  sugli attuali Amiga il transfer rate massimo
del  controller  e'  sempre  inferiore a quello erogabile da
qualsiasi  hard  disk  nuovo,  anche  di tipo economico.  Di
conseguenza  il parametro piu' importante per le prestazioni
e'   il  tempo  d'accesso,  seguito  dal  comportamento  nel
funzionamento   con  accesso  a  dati  per  piccoli  blocchi
(governato  dal  tempo  di  elaborazione dei comandi e dagli
algoritmi di gestione della cache).  Hanno grande importanza
anche  il  grado  di conformita' agli standard e il tempo di
ricalibrazione periodica.
I   risultati   discordanti   ottenuti   da   Carmelo   sono
probabilmente  dovuti  a  test  eseguiti  in  condizioni  di
funzionamento  non  uniformi  (ad  esempio  la  presenza  di
programmi  in  background  che disturbano le temporizzazioni
del  benchmark o la scelta di partizioni diverse dalla prima
e  magari  frammentate),  oppure ad un tempo di elaborazione
dei comandi dell'hard disk elevato, dovuto ad esempio ad una
cache non gestita in maniera ottimale.  Se l'hard disk fosse
SCSI,   si   puo'   tentare   di   adattare  meglio  il  suo
comportamento    all'Amiga    operando   sulla   pagina   di
configurazione  SCSI  "disconnect/reconnect"  e sulla pagina
"caching".


Main Previous Next