Altri articoli sul numero 76

Molti  lettori segnalano problemi alla tastiera, che essendo
un  componente  soggetto  ad  abusi  ed ossidazioni e' tra i
primi a guastarsi.  Le tastiere di A600 e A1200 sono le piu'
semplici,   e  normalmente  si  guastano  solo  a  causa  di
manipolazioni   sbagliate   durante  l'apertura  e  chiusura
dell'Amiga  (ad esempio per installare l'hard disk).  Il suo
cavo  e  i  fogli di contatti che costituiscono i tasti sono
stampati   su   un'unica   membrana   di  mylar,  quindi  la
riparazione  deve  essere  fatta  con attenzione perche' gli
errori sarebbero difficilmente correggibili.  Per scollegare
la   tastiera   la  parte  superiore  del  connettore  sulla
motherboard  dev'essere  delicatamente  sollevata agendo sui
due  estremi:   solo  a questo punto e' possibile sfilare il
cavo senza pericolo di danni ai contatti.
Se  i contatti del cavo si dovessero rovinare, non resta che
rimuovere  un  piccolo  tratto di vernice isolante con carta
abrasiva  finissima  (P600)  e accorciare il cavo di qualche
millimetro  (possibilmente con un taglierino e una squadra).
In  caso  di schiacciamento e interruzione delle piste basta
applicare  una vernice elettroconduttiva, eventualmente dopo
aver preparato la zona con la carta abrasiva.
Se  il  cavo  dovesse  diventare  troppo corto non resta che
dissaldare  il connettore della tastiera dalla motherboard e
inserire  sulle piazzole uno spezzone di normale cavo piatto
multipolare  con  funzione di prolunga, sul quale andra' poi
saldato il connettore originale.
Le  tastiere  degli altri modelli di Amiga possono essere di
due   tipi   diversi.    Il   primo   (e  piu'  diffuso)  e'
costruttivamente  analogo a quello del 1200:  i contatti dei
tasti  sono  stampati con inchiostro conduttivo su due fogli
di  mylar  terminanti con connettori che vanno ad innestarsi
su un piccolo circuito stampato posto sulla tastiera stessa.
Il  malfunzionamento  di  qualche tasto e' causato di solito
dalla  rottura  del  keyboard controller (il grosso circuito
integrato), dall'interruzione di qualche pista stampata o da
sporcizia  sulle  aree  di  contatto.   Non resta che aprire
completamente   la   tastiera   (svitando  le  molte  vitine
posteriori):    se  qualche  pista  fosse  interrotta  basta
ripararla  con un sottilissimo strato di vernice conduttiva,
mentre  le  piazzole  e  i  contatti  sui tasti vanno puliti
delicatamente  con spray disossidante secco non aggressivo e
un fazzoletto di carta.
A  volte  puo'  capitare che la tastiera cessi di rispondere
mentre  la spia del caps-lock lampeggia:  cio' indica che il
programma   del  microprocessore  ad  8  bit  contenuto  nel
keyboard  controller ha sollevato una eccezione e ha cessato
l'esecuzione  del  suo normale programma.  Un tasto potrebbe
essere rimasto incastrato, la tensione di alimentazione puo'
essere  stata insufficiente o banalmente si e' verificato un
errore della routine di gestione.  Bisogna preoccuparsi solo
se  uno  spegnimento  dell'Amiga  per 5-6 minuti non cura il
problema.
La  maggioranza  delle  tastiere  Amiga  e'  pero'  di  tipo
meccanico:  i tasti sono realizzati con normali pulsanti che
inevitabilmente  dopo  qualche tempo si ossidano.  In questo
caso  la  soluzione  e'  ancora piu' semplice:  si sfila con
attenzione  il cappuccio identificativo del tasto duro o che
batte doppio, pulendo i con il disossodante il contatto.  Ci
si  puo'  aiutare  con  un  piccolo  cacciavite  da inserire
delicatamente  tra  le  lamelle,  ma  per un'azione efficace
sarebbe  meglio dissaldare il pulsante dal circuito stampato
della tastiera.


Main Previous Next