Altri articoli sul numero 72

Andrea  Papagno  non  riesce a trovare le giuste stringhe di
inizializzazione per il suo fax/data modem JET 14400 (di cui
non  ha  modificato il profilo di configurazione memorizzato
in   fabbrica).    In   modo  dati  ha  provato  la  stringa
ATV1X3M1L3Q0S0=0/R  ,  che  ha funzionato per un po', ma per
evitare  la  frequente  connessione  a 300 baud e' stato poi
necessario aggiungere anche il comando F0.
Per  ricevere e trasmettere i fax Andrea ha scelto GPfax, ed
e' sorta una difficolta' poiche' la documentazione del modem
indica  una  classe  errata.   Andrea  ha  supposto  che  il
modemfax  sia  in  classe  2,  ma  comunque  con  la stringa
ATFE0V1X4&K3&C1&D2S0=0  il  software  riceve i fax ma non li
trasmette.  Altri tentativi non hanno risolto la situazione.
Il  modem  di Andrea e' probabilmente il modello a velocita'
V32bis piu' comune oggi in commercio.  Usa i chip Rockwell e
viene prodotto da un grande OEM (costruttore per conto terzi
su commessa) di Taiwan, e poi rivenduto con piccole varianti
estetiche  o  di ROM sotto molti nomi diversi.  Recentemente
e'  stato  affiancato  dalla versione a 28800 baud (cioe' in
standard  V34) recensita sul numero 70.  Non e' omologato da
Telecom,   tuttavia  sulle  linee  telefoniche  italiane  si
comporta  bene  anche  se  ha un basso livello di uscita che
puo'  causare  la caduta della comunicazione quando la linea
e'   particolarmente   problematica  (per  queste  esigenze,
occorrono   prodotti   di   categoria  e  fascia  di  prezzo
superiore).
Se  non  si  conosce  qualche  amico  gia' in possesso dello
stesso  modem,  da cui "clonare" la configurazione, e' quasi
inevitabile trovare difficolta' per stabilire la migliore di
stringa  di  inizializzazione.   La situazione e' complicata
dal  fatto  che  il manuale a corredo dei modem economici e'
poco  piu'  di  una tabellina di riferimento:  non spiega in
termini   accessibili  la  funzione  dei  vari  parametri  e
tipicamente  non  e'  in  sincronia  con  la versione di ROM
installata nel modem.
Le  reti  telematiche internazionali come Fidonet e Internet
sono  fondamentali  per  restare  al corrente degli eventi e
delle  novita' che interessano il nostro Amiga, poco diffuso
in   Italia,   e   per   prelevare  il  nuovo  software  che
giornalmente arriva su Aminet.
Il  numero  di  utenti  evoluti  dotati  di  modem  e' ormai
elevato,  e a piu' riprese lettori desiderosi di avvicinarsi
alla  telematica chiedono come mai questo argomento e' cosi'
poco  discusso  in  queste  pagine.   Ad essi consigliamo di
leggere  l'introduzione alle reti telematiche e ai modem che
e'  gia'  stata  pubblicata sul numero 58, mentre le domande
tecniche trovano una risposta molto piu' rapida ed esaustiva
se  vengono  poste direttamente nelle conferenze telematiche
dedicate  a  questo argomento.  Tra migliaia di utenti Amiga
"collegati"   sicuramente  qualcuno  ha  gia'  incontrato  e
risolto  lo  stesso problema software o hardware, quindi non
avrebbe  senso rispondere su queste pagine sottraendo spazio
alle risposte importanti per chi non ha a disposizione altri
mezzi di comunicazione.
La  maggior  parte  dei  problemi di configurazione si evita
utilizzando  la  funzione di memorizzazione non volatile dei
parametri   di   funzionamento   del   modem,   in  modo  da
semplificare    il    piu'    possibile    la   stringa   di
inizializzazione  e  quella  inviata  prima  del  numero  di
telefono da chiamare:  idealmente, la prima dovre ridursi al
semplice  comando di reset ATZ .  Non si deve aver timore di
modificare  il contenuto della memoria non volatile, perche'
con  AT&F  si  recupera  il  valore di fabbrica.  In caso di
dubbi,  e'  sempre possibile annotarsi il valore iniziale di
ogni registro prima di modificarlo.
La preparazione della giusta configurazione inizia prendendo
nota   della   configurazione  corrente  (detta  "profilo"),
ottenibile   lanciando   un  programma  di  comunicazione  e
selezionando   tra  le  opzioni  di  comunicazione  "CTS/RTS
handshake"  (a  volte  chiamato  "hardware handshake") e una
velocita'  di  19200  baud (gli Amiga con processore 68020 o
superiore  e  schede  di  espansione  che  non ostacolano il
multitasking  possono scegliere 38400 baud).  Subito dopo si
spegne  e  riaccende il modem, e poi si da' il comando ATZ e
quindi il comando AT&V (visualizza registri).
Quello  piu'  interessante e' il profilo attivo, che governa
il  funzionamento  del  modem.   Se  il modem e' nuovo sara'
probabilmente configurato per le linee americane, quindi per
prima  cosa se il registro B ha valore 1 (protocollo a bassa
velocita'  Bell), si batte ATB0 (protocollo CCITT, europeo).
Il  modem  risponde  con OK e quindi si batte AT&W (salva la
variazione  nella  memoria  non volatile del modem):  questa
procedura  risolve alcuni casi di connessione alla velocita'
errata.   Quindi  si guarda il registro X :  se il modem non
e'  di  tipo  omologato  deve  essere  portato  al valore 3,
perche'  se assumesse il valore 4 (default per le linee USA)
il  modem  si  rifiuterebbe di comporre il numero.  Anche in
questo  caso,  si  da'  il  comando  ATX3  e  poi  AT&W  per
memorizzare.
A  questo  punto  si  puo'  battere  ATDPxxxxxx,  dove  le x
sostituiscono il numero di telefono del servizio telematico.
Elenchi  di  servizi  pubblici  si  trovano nel file di nome
"nodelist" o "region33" presente su ogni BBS Fidonet e nelle
riviste specializzate.
Se si vuole rispondere ad una chiamata col modem, basta dare
il  comando  ATS0=0 prima che il telefono squilli oppure ATA
mentre sta squillando.
Se   la  connessione  si  instaura  alla  massima  velocita'
supportata  dal  proprio modem o servizio, non e' il caso di
preoccuparsi   ulteriormente   della  configurazione,  e  si
sceglie  ATZ  come stringa di inizializzazione nel programma
di   comunicazione.    Le   ottimizzazioni  potranno  essere
effettuate  con  comodo  in  seguito,  dopo  aver  raggiunto
dimestichezza col programma, aver consultato gli esperti "in
linea" e letto le esaustive documentazioni disponibili sulla
rete.   I  programmi  di comunicazione recenti gestiscono da
soli  il  modem,  e  non  occorre  piu'  imparare  comandi o
modificare direttamente i registri.
Se,  nonostante  sia  attiva  la  correzione  automatica, si
verificano  corruzioni dei dati in ordine di probabilita' la
causa e':
1)  E'  stato  scelto  di  un  modo  di  handshake col modem
sbagliato.  Provare con gli altri.
2)   Lo  schermo  ha  troppi  colori  e  quindi  la  CPU  e'
sovraccarica.   Scegliere uno schermo o emulazione terminale
a 4 colori.
3)  Il  controller  dell'hard disk o la scheda acceleratrice
interferiscono  con  la gestione degli interrupt.  Scegliere
un baud rate inferiore o usare il RAM Disk.
4)    Programmi    in    background   (screenblanker   ecc.)
interferiscono    con    la    gestione   degli   interrupt;
disabilitarli.
Per  tornare  alle  domande  di Andrea:  il suo modem ha una
modalita'  fax  conforme  alla  classe  2,  e  con la giusta
versione  di  GPFAX  e' sufficiente sostituire X3 a X4 nella
stringa   proposta.   Seguendo  i  consigli  precedenti,  il
comando  X4 puo' essere eliminato del tutto, come pure tutti
gli  altri  comandi che impongono ai registri il valore gia'
assunto  per  default nel profilo attivo.  Questo vale anche
per  la  stringa  usata in modo dati, dove S0=0 e' superfluo
mentre   lo  /R  finale  e'  solo  fonte  di  problemi.   La
compressione  V42bis  dei  dati  e'  utile  solo  durante le
sessioni  interattive  (Internet  o  consultazioni  di BBS),
mentre  e'  controproducente durante la trasmissione di dati
binari; la correzione di errore e' sempre vantaggiosa.
Un  altro  software  di gestione FAX molto valido, anch'esso
commerciale, e' TrapFax.
Il  registro F stabilisce la velocita' di connessione, ed il
valore F0 e' quello di fabbrica.  Con un lento modem a 14400
baud  conviene  settare  F10 per forzare la connessione alla
massima  velocita',  risparmiando qualche secondo durante la
negoziazione.    Se   pero'  la  linea  e'  difficile  e  la
connessione cade immediatamente dopo l'accensione della spia
OH,  si  puo'  tornare  a F0 oppure (se ancora si verificano
cadute della linea improvvise) F9.
In  tabella 1 e' riportato un profilo per il modem di Andrea
che  da'  buoni risultati.  Poiche' la versione di ROM varia
da modem a modem, e' da considerarsi puramente indicativo.


Main Previous Next