Altri articoli sul numero 69
 Articoli sullo stesso argomento

Quando i cavi sono a posto, e' il turno dei terminatori.  Le
regole sono poche e semplici, almeno in teoria.

a)  A  tutte  le  periferiche  contenute  nei box esterni si
devono  togliere  o  disattivare  i terminatori:  in caso di
dubbi,  i  box  vanno  aperti  per  un  esame.   Sulla presa
passante dell'ultimo box si inserisce un terminatore esterno
(possibilmente attivo).  Il numero di ID dei dispositivi non
ha  importanza, conta solo la posizione fisica.  Se l'ultima
periferica  non  ha  la presa passante, usare un terminatore
passante da mettere in serie all'unica presa.

b) Dentro all'Amiga, il terminatore deve essere installato o
attivato sempre e solo sulla periferica all'estremita' della
piattina  interna.   Il  numero di ID dei dispositivi non ha
importanza,  conta solo la posizione fisica.  In alternativa
si puo' acquistare una piattina SCSI2 "plug and play" (ha il
terminatore  gia'  inserito  ad  una  estremita') e togliere
tutti   i   terminatori  anche  dalle  periferiche  interne.
L'altra   estremita'  della  piattina  va  sulla  presa  del
controller.   Attenzione!  I terminatori hanno tante forme e
circuiti interni, ma sono tutti polarizzati:  cioe' hanno un
verso.   Alcuni  si inseriscono in maniera obbligata, mentre
per  gli altri si devono controllare i segni di riferimento.
Su  Amiga  Magazine 61 e' stato spiegato come identificare i
terminatori.

c)  Se  ci  sono  periferiche  esterne  collegate alla presa
posteriore,   il  terminatore  sul  controller  va  tolto  o
disabilitato.   Solo  se  tutte  le  periferiche  sono sulla
piattina interna va inserito o abilitato.  Molti (non tutti)
gli  A3000, A2091 e A590 hanno il terminatore saldato:  sono
reti  resistive marchiate "221/331" vicino al chip WD33C93A.
Dovrebbero essere dissaldate e sostituite con zoccoli.


Main Previous Next