Altri articoli sul numero 66
 Articoli sullo stesso argomento

Maurizio  Stroili  non  riesce a collegare il suo A590 sulla
porta  passante  dell'espansione  RAM  per A500 Golden Image
RC-1000.    Le   espansioni   singolarmente  funzionano,  ma
collegate  insieme  tutto  va bene solo fino al primo reset,
dopodiche'  l'A590  non  viene  piu'  riconosciuto a meno di
sostituire un integrato (bruciato?) nella RC-1000.  Maurizio
sospetta    giustamente    un   guasto   del   circuito   di
autoconfigurazione  (su cui chiede chiarimenti), che ritiene
dovuto  ad  un  sovraccarico.   Sostiene  anche  che  la sua
ipotesi  e'  provata  dal fatto che sdoppiando il connettore
laterale  e  collegando in parallelo le due periferiche, non
funziona piu' nessuna delle due.

L'autoconfigurazione  delle  periferiche sul bus laterale di
A500 e A1000 si fa mediante il segnale sul piedino 12, ed e'
del  tutto  analoga  a  quella delle schede Zorro II e Zorro
III.   Ogni  scheda, dopo un reset di sistema deve attendere
pazientemente  che  il  suo  pin  12 venga portato a livello
logico  0.   Per  avviare  un  reset  di  sistema  non basta
eseguire  l'istruzione  RESET, si deve seguire una procedura
ben  precisa  oppure  impartire  un segnale hardware, con la
tastiera  (o  l'accensione).  Ricevuto il segnale, la scheda
puo'  farsi  riconoscere  dalla expansion.library per essere
configurata:   appena  la  expansion  library  ha  finito di
istruirla,  la  scheda  puo'  portare a 0V il suo piedino 11
(che al reset era a 5V).

Il  piedino  11  entra  in una porta OR a due ingressi posta
sulla  scheda con connettore passante (nel caso di A2/3/4000
e'  sulla  motherboard).   Se  tutto  e'  andato bene, viene
applicato  un  livello  logico basso (forse sulla RC-1000 e'
generato  proprio  dal  chip  sostituito  da Maurizio) sulla
pista collegata all'altro ingresso dell'OR.  Cio' provoca la
transizione  da  5V  a 0V dell'uscita della porta, che serve
proprio  a pilotare il piedino 12 del connettore passante (o
dello  slot  successivo).   Quindi con questo metodo si crea
una  catena  che  consente  una  configurazione ordinata dei
dispositivi.

Sul  connettore  laterale  di  A500 il pin 12 e' collegato a
massa  (la  prima scheda e' subito pronta a partire), mentre
l'11   e'  lasciato  scollegato.   Ecco  perche'  un  banale
sdoppiatore  di bus non puo' funzionare:  le due periferiche
tentano  di  configurarsi  contemporaneamente,  entrando  in
conflitto.   La  stessa  cosa  accade  se  si usa una scheda
autoconfigurante  nello  zoccolo  della  CPU  assieme ad una
esterna:   il  pin 12 dell'A500 e' a massa, quindi la scheda
esterna ha il via libera contemporaneamente a quella interna
(che  non  ha  modo  di sapere se c'e' qualcosa di collegato
esternamente).   Per uno sdoppiatore funzionante ci vuole un
circuito  che contenga la porta OR e prevenga i conflitti di
DMA  abilitando  a  turno  le schede ad usare l'unico canale
disponibile sul bus Zorro.

Il  problema  di Maurizio non si risolve sostituendo il chip
incriminato  con  uno  "piu'  potente",  ma e' probabilmente
dovuto a ritardi nei buffer interni della RC-1000 (che fanno
arrivare fuori fase i segnali sul connettore passante), chip
di ricambio difettosi o semplicemente ad un cortocircuito da
qualche parte.


Main Previous Next