Altri articoli sul numero 54
 Articoli sullo stesso argomento

Alessandro   Benetti  si  lamenta  per  i  problemi  che  ha
incontrato  nello  scegliere  un hard disk per il suo A4000.
Su  quello  AT-BUS  che aveva tentato di installare venivano
corrotti  i  files  lunghi:  alcuni programmi non partono se
risiedono  su  hard  disk  (il Workbench emette il messaggio
"impossibile  caricare <nome programma>"), mentre se vengono
caricati  dal  floppy  funzionano  bene.  Come descritto sui
numeri  scorsi  di Amiga Magazine, per eliminare il problema
sarebbe    bastato   impostare   a   0xffff   il   parametro
"maxtransfer" di ogni partizione.

Successivamente Benetti ha acquistato controller e hard disk
SCSI  sperando  di  migliorare  la  situazione, ma ottenendo
risultati  da  "clone  486":   un  transfer-rate di soli 700
Kilobyte al secondo.

Purtroppo SCSI non significa automaticamente velocita':  ne'
per l'hard disk ne' per il controller.  Il prezzo pagato dal
signor  Benetti  sarebbe  ragionevole  per  un  CP-30540, il
modello  attualmente  prodotto  da  Conner (con velocita' di
rotazione di 5400 RPM e cache come tutti gli SCSI2 moderni),
ma  dalle informazioni allegate alla lettera sembrerebbe che
egli  abbia  acquistato  un CP-3500 540MB, che e' un modello
presentato  nel  1991 con forma e capacita' quasi identiche,
ma che non e' SCSI2, non ha cache ed e' molto piu' lento.

Benetti  ha  poi  acquistato  un GVP 4008, che e' una scheda
SCSI  a  16  bit  (Zorro2)  basata  su un chip a 8 bit della
stessa  famiglia  di  quello  usato su A590 e nei precedenti
controller  GVP:   la  sigla  e'  abbastanza indicativa.  Le
schede  a 16 bit danno cattive prestazioni su A3000 ed A4000
proprio per una questione di wait state.

Le  schede  Zorro2  sono  controllate  da un clock di 14Mhz,
diverso  da  quello della CPU:  questo significa che occorre
un'unita' di sincronizzazione interposta tra CPU e bus.  Non
meno   di  14  wait  state  sono  introdotti  solo  per  far
comunicare  il 68040 con questa unita', e poi bisogna ancora
attendere  finche' un cambiamento di stato del clock a 14Mhz
coincide  con  uno  del  clock a 25Mhz:  tutta questa attesa
serve  a trasferire due soli byte, e per ogni 16 bit occorre
ripetere tutta la trafila!

Se  il  controller  usa  il  metodo  "polling"  (detto anche
"programmed  I/O"), la CPU deve trasferire i byte uno ad uno
dalla  scheda,  e occupa quasi tutto il suo tempo aspettando
di  poter accedere al bus senza fare alcun lavoro utile:  in
queste  condizioni  la  velocita' di trasferimento raggiunge
1,5  megabyte al secondo al massimo, a prescindere da quanto
il  chip  SCSI puo' permettere.  Nel caso di A2091 il limite
sono 450 kilobyte al secondo.

Con i controller che usano il DMA possono accadere due cose:

 1)Se  la  ROM  e' recente (e' il caso di GVP4008 o di A2091
 con ROM  7.0) tiene conto del fatto che solo la Chip RAM di
 A4000 supporta il DMA a 16 bit, quindi il controller lavora
 in modo  polling  eccetto  che quando accede alla Chip RAM,
 dove opera in DMA liberando la CPU.

 2)Se  le  ROM  sono  vecchie  tentano  di fare DMA dove non
 possono (A4000  non  parte neanche!), oppure (se seguono le
 regole Commodore)  funzionano  ma  adottano  una  strategia
 "disperata" che da' prestazioni massime di 40-60 kilobyte al
 secondo.

A4000  e'  ottimizzato  per  le schede Zorro3, a 32 bit:  il
SuperBuster revisione K gestisce il DMA a 32 bit su tutta la
memoria; quando una scheda si sincronizza con il clock della
CPU  resta  in  quello stato e non occorre ripetere tutta la
procedura  di  accesso; l'unita' di sincronizzazione e' piu'
semplice  e richiede solo 6 wait state (5 con il SuperBuster
revisione  K) per far accedere il 68040 alla scheda; essendo
a 32 bit, il trasferimento coinvolge il doppio dei dati.

Queste caratteristiche si traducono in prestazioni esaltanti
come  e'  evidente  leggendo  la prova del controller Zorro3
"Fastlane".  Un controller Zorro2 si puo' usare come rimedio
temporaneo per sfruttare hard disk SCSI di cui si e' gia' in
possesso,  per  un  CD-ROM o uno streamer; ma se si vogliono
buone  prestazioni  si  deve  usare  un  controller  Zorro3,
altrimenti  e'  meglio  acquistare  uno  dei nuovi hard disk
AT-BUS veloci e privi del "bug maxtransfer".


Main Previous Next