Altri articoli sul numero 54
 Articoli sullo stesso argomento

Alcune  lettere  sono  piene  di delusione per A4000, che ha
alcune   caratteristiche   inferiori   a  quelle  dell'Amiga
precedentemente  posseduto.   E' irrealistico aspettarsi che
un  A4000/040  "base"  sia  superiore  in ogni aspetto ad un
A2000  espanso  con  le  migliori schede disponibili, che da
sole costano piu' di tutto il 4000.  Il confronto con prezzi
e  prestazioni  degli  IBM compatibili va fatto con cautela:
in  quell'ambiente appena si vuole qualcosa di diverso dalle
configurazioni     standard     nascono    difficolta'    di
compatibilita',  di  documentazione e anche di reperibilita'
che  sono  superiori a quelle dei prodotti per Amiga, che in
piu' hanno il vantaggio di essere longevi.

I  difetti di A4000 sono facilmente comprensibili conoscendo
il  modo  in  cui  la  CPU  accede agli altri componenti del
computer:   una regola empirica stabilisce che se sono sulla
stessa  scheda l'accesso e' molto piu' rapido.  A4000/040 ha
la  CPU  su una scheda a parte che non contiene nient'altro,
quindi  e' comprensibile che sia piu' lento di acceleratrici
con 68040 e RAM sulla stessa scheda.  Il vantaggio di questa
soluzione  e'  evidente:   e' possibile sostituire la scheda
CPU  con  altre piu' veloci, magari con 68060, senza bisogno
di cambiare la motherboard.

Le  parti  di  un  computer  non  possono  agire  in momenti
qualsiasi,   ma  le  azioni  che  ogni  unita'  compie  sono
vincolate  ad  accadere  solo  mentre un segnale particolare
detto  "clock"  cambia  di  stato:   per  esempio quando dal
livello  logico  1  passa al livello 0.  Se la "frequenza di
clock"  e'  di  25Mhz,  cio'  succede 25 milioni di volte al
secondo.

Quando  si  devono  far comunicare tra loro unita' governate
dallo  stesso  clock  la soluzione e' semplice:  ad esempio,
nel caso di CPU e fast RAM sulla motherboard di A4000 la CPU
da'  il  comando  alla RAM, aspetta per un tempo che dipende
esclusivamente  dai  circuiti  che  la  collegano  alla  CPU
(dovra' essere almeno sufficiente per consentire alla RAM di
fare  il suo lavoro), quindi riceve i risultati.  Per quanto
detto  il  tempo  necessario  e'  un  multiplo  esatto di un
venticinquemilionesimo  di  secondo:   senza portarci dietro
numeri  scomodi,  si puo' direttamente definire il numero di
"wait  state"  come  il  numero di venticinquemilionesimi di
secondo (cioe' "cicli di clock") complessivi che la CPU deve
impiegare ogni volta che accede alla RAM.

Qui  c'e' il primo lato oscuro di A4000/040:  nell'A4000/030
occorrono  5  cicli  di  clock  per  ogni accesso (un numero
ragionevole,  considerando  che ogni trasferimento e' di ben
32  bit),  ma  la scheda CPU di A4000/040 aggiunge altri due
wait  state, e per il modo di lavorare del 68040 se le cache
sono  attive  ogni  accesso  in memoria consiste sempre in 4
letture o scritture:  un totale di 28 cicli!  Per confronto,
A3000  equipaggiato  di RAM "static column" con "instruction
burst"  attivo  trasferisce  gli  stessi dati in 11 cicli di
clock,  e  alcune schede acceleratrici per A2000 sono ancora
piu' veloci.

E'  evidente  che  per  ottenere  prestazioni  simili  da un
A4000/040 bisogna sostituire la scheda CPU con una dotata di
memoria   propria:    i   principali   produttori  ne  hanno
annunciati  alcuni  modelli.   Poiche'  il  costo  del 68040
rappresenta  oltre  il  90%  del valore della scheda CPU, un
"trasloco"  del  68040 sulla nuova scheda sarebbe abbastanza
economico.


Main Previous Next