Altri articoli sul numero 52
 Articoli sullo stesso argomento

I  monitor  professionali Sony PAL sono un'ottima scelta per
l'uso videografico, ma i connettori non sono sempre standard
ed  occorre  un  cavo  particolare:   per evitare spiacevoli
sorprese   e'   opportuno   procurarsi   preventivamente  il
connettore Sony e lo schema dei collegamenti dello specifico
modello di monitor.

Se  sul  video  sono  visibili  ombre  (chiare o scure) alla
destra  di  lettere o righe verticali, oppure i colori pieni
sono  inquinati da sottili righine verticali piu' chiare, e'
possibile  che  il  cavetto in dotazione con il monitor o il
cavo  Amiga-SCART  siano realizzati con conduttori scadenti;
un  rimedio economico consiste nel porre delle resistenze di
valore  compreso tra 47 e 2200 ohm in serie ai segnali R, G,
B.    Un   leggero   residuo  di  righine  verticali  appena
percettibili   e'  normale  con  gli  AGA,  ma  puo'  venire
esasperato dal cavo.

Come  e'  stato spiegato sul numero 40 di Amiga Magazine, e'
importante  usare cavo di ottima qualita' del tipo schermato
"video", con impedenza di 75 ohm per ciascuno dei segnali R,
G  e  B  (o  per i segnali Y e C se si lavora in super-VHS);
bisogna  prestare attenzione al fatto che in molti cavi "per
cablaggio  SCART"  solo due dei conduttori schermati sono di
tipo video (si riconoscono per il diametro maggiore).

Il  rigonfiamento  cilindrico  posto vicino al connettore di
alcuni  cavi ingloba un semplice anello toroidale di ferrite
che  ha  modesti  effetti  benefici  (in  pratica,  ha scopo
scenografico!).

Se  le  terminazioni sono di tipo RCA, si trovano eccellenti
cavi  gia'  pronti  presso  i  rivenditori  hi-fi, in quanto
l'ultima  moda  "hi-end"  e'  l'uso di cavetti video a larga
banda  per  le  connessioni  audio.  Solo i cavi chiaramente
contrassegnati  "VIDEO  75  ohm"  sono  adatti.   Si possono
comperare  anche  a  metraggio con i relativi connettori RCA
professionali ed anelli di ferrite.


Main Previous Next