Altri articoli sul numero 51
 Articoli sullo stesso argomento

Il  secondo hard disk AT-BUS su A4000 deve essere del tipo a
basso  profilo  e basso consumo per poter essere posizionato
sopra a quello preesistente ed evitare surriscaldamenti.  Un
hard  disk  "normale" puo' essere installato nello spazio da
5.25  pollici  frontale  oppure  nella  zona  riservata alle
schede:  e' sufficiente inserire una scheda millefori XT per
prototipi  vuota  in  uno  slot  ISA  e usarla come supporto
meccanico.   In  entrambi  i  casi  il cavo IDE originale e'
troppo  corto  e  va  sostituito con un normale cavo IDE per
compatibili.

Gli  hard disk AT-BUS hanno tre modi di funzionamento che si
selezionano  con  jumper  sulla  loro  elettronica:  "master
senza   slave",   "master   con   slave",  "slave".   Quando
funzionano  da  soli  vanno  ponticellati  come master senza
slave  ed  e' questa la configurazione con cui sono venduti;
quando  si  usano in coppia uno deve essere configurato come
slave  e  l'altro  come  master  con  slave.  Di conseguenza
bisogna spostare i ponticelli su entrambi gli hard disk come
indicato sui loro manuali tecnici.

In  tabella  sono  indicate  le  convenzioni  che  di solito
vengono seguite, per un'indicazione precisa occorrono i dati
del  particolare  modello,  solitamente  reperibili  su file
forniti dai produttori.

Anche  se col tempo gli AT-BUS si stanno standardizzando, la
compatibilita'  tra  hard  disk  di modelli e marche diverse
resta  un'incognita.   In caso di problemi si puo' provare a
invertire  i  ruoli  dei due hard disk; non e' raro che hard
disk  "incompatibili  con  Amiga" in modo master, funzionino
poi correttamente in modo slave.

L'interfaccia IDE-notebook di A600 e A1200 si differenzia da
quella  normale  non solo per il connettore, ma anche per la
minor potenza dell'elettronica che la pilota.  Non sempre e'
in  grado  di  sopportare  un  cavo  piu'  lungo  di  trenta
centimetri o due hard disk.

L'esperienza  mostra  che in genere si riesce a collegare un
secondo  hard disk, ma non e' un procedimento cosi' semplice
o  sicuro  come  su un A4000.  Visto anche il costo dei cavi
miniatura  da  2  millimetri di spaziatura e di un eventuale
alimentatore  maggiorato,  e'  di  solito  piu'  conveniente
sostituire  direttamente  l'hard  disk  con  uno  a maggiore
capacita', magari da 3.5 pollici.

In figura e' raffigurata la piedinatura dei connettori IDE e
IDE-notebook;  i primi 40 contatti sono identici in entrambi
e gli altri 4 portano solo la massa e l'alimentazione a +5V.
I  connettori vanno come al solito inseriti sul cavo badando
a   non  invertire  la  polarita';  i  quattro  contatti  di
alimentazione   dell'IDE-notebook  possono  essere  lasciati
scollegati,  prendendo  l'alimentazione  per l'hard disk dal
connettore del floppy.


Main Previous Next