Altri articoli sul numero 50
 Articoli sullo stesso argomento

La maggior parte dei controller SCSI per A500/2000 e l'A3000
stesso  utilizzano  il  chip  33C93A  ,  prodotto da Western
Digital e da AMD.  E' uno speciale processore che gestisce a
basso  livello  il  bus  SCSI  e  dal suo buon funzionamento
dipende  da  compatibilita'  con  periferiche SCSI come hard
disk e CD-ROM.

Purtroppo, essendo stato uno dei primi circuiti integrati di
questo  tipo  in commercio, e' particolarmente delicato e si
guasta   con  facilita'.   In  compenso  e'  costoso  ed  e'
difficile  scoprire  empiricamente il suo guasto senza avere
gli strumenti adatti.

E'  il caso di sospettare di questo chip quando, pur essendo
certi  di aver posizionato correttamente i terminatori SCSI,
appaiono sporadicamente errori di lettura o scrittura oppure
si   verificano   corruzioni  del  contenuto  della  RAM  in
corrispondenza  di  accessi  all'hard  disk.  Altre volte il
guasto  resta  del  tutto  nascosto  sinche'  al  momento di
aggiungere un hard disk o CD-ROM si scopre che si verificano
blocchi  di  sistema  o  comunque  malfunzionamenti  durante
l'accesso alla periferica.

Di  questo  chip esistono molte versioni, che si distinguono
per  il  package  (il  classico DIL a 40 piedini oppure PLCC
quadrato)  e  per  la  revisione delle maschere usate per la
fabbricazione;  il tipo DIL e' il piu' comune e la sua sigla
completa  e'  AM33C93A-PL oppure WD33C93A-PL .  Il numero di
revisione  e'  indicato  solo  sui  chip prodotti da Western
Digital  ed  e' il primo numero stampato sulla seconda riga:
per  esempio 00-04 indica la revisione 04.  I primi lotti di
ciascuna  revisione  recano  la sigla PROTO sull'ultima riga
della  marcatura.   I  chip  prodotti  da AMD sono tutti una
variante   della   revisione  04  ma  con  maggior  corrente
erogabile   quindi  piu'  compatibili  con  periferiche  che
caricano molto il bus.

Ciascuna  revisione  delle  maschere  implementa  un diverso
microcodice per la gestione a basso livello dell'interfaccia
SCSI,  e purtroppo esistono periferiche compatibili solo con
una  certa  revisione.   La  revisione  02  ha  un  problema
relativo  alla  gestione  della  reselezione  (si  manifesta
copiando  dati tra un hard disk e un altro), che e' aggirato
dalle  vecchie  ROM di A590 e A2091 in un modo incompatibile
con  le revisioni 04 (non PROTO) e successive del chip.  Con
A590/A2091  dotati di 33C93A di revisione successiva alla 04
PROTO  e'  possibile  abilitare con sicurezza la reselezione
solo usando le ROM revisione 6.6 e 7.0 .

Se  si  incontra un problema di compatibilita' SCSI conviene
aggiornare  la  ROM  del  controller  con  la  versione piu'
recente  e cosi' pure quella della periferica.  Se persiste,
si  puo'  provare  a  sostituire  il  chip  con uno AMD (per
provare  se  e' colpa di un carico eccessivo del bus SCSI) o
con  la revisione piu' recente del chip Western Digital, che
e'  la  08  (nel caso i problemi fossero di timing).  Esiste
anche  una versione SCSI2 di questo chip, siglata 33C93B, il
cui  utilizzo richiede un firmware di gestione particolare e
quindi  non  puo'  essere  usata sui controller che usano la
versione A.

Normalmente  piu'  che  problemi  di  revisione sbagliata si
incontrano  semplicemente  33C93A rotti, che funzionano solo
con alcune periferiche e non con altre.

Il  controller A4091 utilizza il moderno chip NCR 53C710 che
non  usa  una  ROM  interna  ma la RAM stessa dell'Amiga per
contenere  il  microcodice di gestione SCSI, ed e' immune da
questo  tipo di problemi.  Poiche' implementa i piu' moderni
protocolli  SCSI2 (in modo da consentire la condivisione del
bus  tra  piu' Amiga e la massima velocita' di trasferimento
con  streamer  DAT  e  hard  disk  ad  alte prestazioni), e'
particolarmente  esigente  e  alcune  periferiche  SCSI  dal
funzionamento marginale non vengono piu' accettate.


Main Previous Next