Altri articoli sul numero 47
 Articoli sullo stesso argomento

I  lettori  che desiderano espandere l'A1200 possono trovare
una  lista  ufficiale di hard disk compatibili sul numero 45
di Amiga Magazine, mentre i principali accorgimenti per fare
una  buona  scelta  si  possono  trovare  anche  nei  numeri
precedenti  di questa rubrica.  Consiglio a quanti non hanno
familiarita'  con  i  montaggi  di  rivolgersi  ad un centro
assistenza  autorizzato,  il  cui intervento e' compreso nel
prezzo del kit Commodore.  L'installazione autonoma invalida
la  garanzia,  ma  poiche'  sono molti coloro che desiderano
farla, riporto la procedura da seguire.

Prima  di  iniziare  oltre all'hard disk occorre il relativo
cavetto  a 44 poli, il dischetto "INSTALL 3.0" contenente la
versione  di HDToolbox per A1200 e A4000 con il programma di
installazione  del sistema operativo su HD, e quattro vitine
adatte  ai  filetti  dei  quattro  fori  sotto  l'hard  disk
(normalmente si tratta delle comuni viti a filetto Whitworth
per uso computer).

Tra  i  ponticelli sull'hard disk, dovete individuare quelli
relativi  alla funzione di "Wait Spin" (decide se al momento
dell'accensione  l'hard  disk  deve  attivare  il motore dei
dischi  o no; ovviamente lo deve attivare) e di "Auto Park".
Quest'ultimo  stabilisce  se le testine devono parcheggiarsi
anche  in  caso  di  inattivita' temporanea oppure solo allo
spegnimento.    E'   preferibile   non   farle  parcheggiare
continuamente,  a meno che oltre al parcheggio delle testine
l'hard  disk spenga anche il rumoroso motore.  In entrambi i
casi  le  testine  si  parcheggiano da sole allo spegnimento
dell'Amiga e non occorrono programmi di "park".

Sono presenti anche altri ponticelli che servono tra l'altro
per  poter  usare  l'hard disk in abbinamento con un secondo
AT-BUS e che normalmente sono gia' correttamente posizionati
in fabbrica per il funzionamento in modo "master".

L'hard  disk  va  inserito  nella  culla metallica che funge
anche  da  supporto per la tastiera, che pertanto va rimossa
dopo  aver aperto l'Amiga.  Per sfilare il circuito stampato
flessibile  dalla  sua  presa,  con  due  pinzette stringete
delicatamente   sui   due  estremi  (destro  e  sinistro)  e
contemporaneamente   sollevate   la   parte   superiore  del
connettore,  appigliandovi  al rilievo in plastica; dovreste
notare  che  dopo  essersi  alzata  di un paio di millimetri
viene bloccata da un fermo.  A questo punto potete levare la
tastiera,  il cui stampato flessibile uscira' dal connettore
senza sforzo.

La culla dell'hard disk e' solo appoggiata sulla motherboard
e  va estratta per avvitarci sopra l'hard disk.  Non bisogna
MAI stringere le viti con forza, perche' il telaio di questi
hard  disk e' delicatissimo e potrebbe storcersi, strizzando
l'alberino  dei  dischi contro il suo cuscinetto:  il motore
viene sforzato e potrebbe non avviarsi o surriscaldarsi.  Le
viti  vanno  avvitate  solo  quel  tanto che basta per tener
fermo  l'hard disk, magari si possono stringere a mano senza
usare  il  cacciavite.  Ovviamente il pettine dell'hard disk
deve  essere  in  basso  e  rivolto  verso  il lato sinistro
dell'A1200.   Se  l'hard  disk  e' rumoroso, interponete tra
esso  e la culla delle rondelle di gomma o meglio del nastro
di materiale smorzante (per esempio di EDPM).

Ora   bisogna   inserire   il   cavo  sul  connettore  della
motherboard:    la   striscia   colorata   deve   essere  in
corrispondenza dell'estremita' del connettore contrassegnata
dal  numero  "1"  che di solito e' sul lato piu' vicino alla
parte  anteriore  di  Amiga.   Il  verso  in cui inserire il
connettore  sul  pettine  dell'hard  disk  e' a questo punto
obbligato,  perche' se lo inseriste al contrario la piattina
non  resta  distesa al momento di richiudere (a meno che non
abbiate  un  cavo  costruito male); l'eccedenza di cavo puo'
essere  ripiegata  sotto  la  culla.   E' normale che alcuni
piedini  del pettine dell'hard disk siano tagliati o assenti
(fungono  da  riferimento)  e che ve ne siano piu' di 44, in
quanto  quelli  in  piu'  sono dei ponticelli ricavati dallo
stesso connettore.

Per  rimontare  la  tastiera, dopo aver infilato lo stampato
flessibile   nel  connettore  spingete  in  basso  la  parte
superiore del connettore contemporaneamente sui due lati con
due cacciaviti appoggiati agli estremi.

Ora basta fare il boot con il dischetto Install e seguire le
indicazioni del libretto allegato.


Main Previous Next