Altri articoli sul numero 45
 Articoli sullo stesso argomento

I   controller  A590  ,  A2090a  ed  A2091  sono  controller
multipli.   Tutti  quanti  possono gestire dispositivi SCSI,
mentre  A590  e' anche in grado di gestire due hard disk con
un'interfaccia  custom  IDE/XT-BUS  (usata  anche  su alcuni
vecchissimi  compatibili  Philips e Commodore) molto diversa
dalla piu' comune AT-BUS usata su A4000, A1200 ed A600.  Gli
unici  produttori  di  hard  disk  XT-BUS  erano Miniscribe,
Western  Digital  ed  Epson  e  la  taglia massima era di 40
Megabyte.

Quindi   e'  senz'altro  possibile,  e  anzi  consigliabile,
sostituire  l'hard  disk  interno  di A590 con uno SCSI piu'
capiente:   purche'  le  sue dimensioni siano da 3.5 pollici
non  ci sono problemi, quindi gia' ora si possono installare
dischi   anche  da  1.2  gigabyte.   Se  l'hard  disk  viene
configurato   con   l'indirizzo   zero  il  boot  diventera'
istantaneo.  E' anche possibile aggiungere un hard disk SCSI
all'XT-BUS gia' presente, ma va alimentato a parte.

A2091  equivale  ad  A590  solo  che  l'interfaccia  IDE  e'
presente  ma  non  il connettore (che andrebbe saldato nelle
apposite   piazzole,   operazione   non   supportata   dalla
Commodore).

A2090 ed A2090a invece supportano anche fino a due hard disk
di  tipo  MFM  in  standard  ST506  con  un  massimo di otto
testine.  Un hacker aveva riprogrammato la ROM dello Z80 che
funge  da controller MFM in modo da supportare i poco comuni
hard  disk  MFM  con  piu'  di  otto  testine, ma ovviamente
trattandosi  di  codice  soggetto  a  copyright  non si puo'
distribuire ed e' circolato per i "soliti canali".


Main Previous Next