Altri articoli sul numero 42
 Articoli sullo stesso argomento

I  drive  IBM  a  3.5  pollici  a  bassa  densita'  dovevano
funzionare correttamente con gli stessi controller dei drive
da  360k,  quindi  dal  punto  di vista elettrico sono quasi
identici,  con due sole differenze:  la forma del connettore
(ma   non   la   disposizione  dei  segnali)  e  il  segnale
/DISKCHANGE che e' sempre presente, ma nei drive configurati
per essere montati sui computer di classe AT e' collegato su
un  piedino  diverso  rispetto  ai  drive  da  360k.  Quindi
bisogna individuare il jumper da spostare per ritornare alla
configurazione  "da  360k" che e' quella richiesta da Amiga;
in  alcuni  drive  e'  posto  sullo  stampato  interno e non
accessibile senza uno smontaggio.

Alcuni  drive  (Chinon  e  anche  altre  marche)  con questa
modifica  possono essere collegati al connettore per il DF1:
di A2000 senza bisogno di circuiti aggiuntivi.

I drive da 5.25 pollici a bassa densita' essendo obsoleti si
possono  trovare  con facilita' gratis o quasi e soprattutto
in  mancanza  di  disco  rigido  anche  poche  centinaia  di
kilobytes "in linea" possono essere utili, tuttavia connessi
ad Amiga danno luogo a qualche problema.

Il  primo  e'  dovuto  al fatto che Amiga usa 11 settori per
traccia   mentre   MS-DOS   ne   usa   9:   la  densita'  di
memorizzazione  e' superiore e un buon 20% dei dischetti "da
360k"  bulk  non  la  regge;  in  compenso in genere i drive
leggono 42 o 43 tracce senza difficolta'.

Affinche'  Amiga possa riconoscere questo tipo di drive come
tale,  e'  necessario un circuito elettronico aggiuntivo che
dietro  comando  fornisca un codice di identificazione.  Con
un piccolo trucco pero' e' possibile farne a meno e servirsi
dell'interfaccia  pubblicata sul numero scorso:  basta usare
una  di  quelle  utility che riserva delle tracce creando un
file  fittizio "segnaposto".  Su un normale dischetto da 3.5
pollici  riservate  in  questo  modo le tracce dalla 43 o 42
fino   alla  79,  dopodiche'  quando  volete  formattare  un
dischetto  "da  360k" copiate su di esso le tracce da 0 a 41
(42) del "master" cosi' creato.  Ora AmigaDOS crede di avere
a disposizione un normalissimo dischetto mezzo pieno!

Per  usare  Crossdos  non  ci  sono problemi in quanto basta
editare  la  mountlist.   L'unico  problema  che resta e' il
fatto  che  il  tempo  tipico  per uno step delle testine di
questi  drive  e'  6  millisecondi,  contro  i  3  dei drive
normali.   Occorre  usare  una utility per settarlo, ma cio'
mette fuori gioco i programmi come A-MAX che invece riducono
questo periodo.

Con  l'AT  la IBM introdusse una variazione nell'interfaccia
dei  drive:   con tipica lungimiranza, decise che due floppy
drive  sono  il massimo a cui si puo' ambire e rimpiazzo' le
due  linee  /SEL3  e  /SEL4  con due MOTOR_ON distinti per i
drive,  inoltre aggiunse una linea /LOW_DENSITY che il drive
dovrebbe  usare  per  informare  il  controller  sul tipo di
dischetto.   Quello  che  e' successo e' che i produttori di
drive  "compatibili", per avere prodotti adattabili sia a XT
che a AT, hanno implementato ogni possibile combinazione dei
due  standard  e  possibilmente entrambi contemporaneamente,
selezionabili   con   una   miriade  di  jumper  spesso  ben
mimetizzati.

I  drive  da  5.25 pollici ad alta' densita' sono quelli che
hanno  avuto  piu' successo su Amiga, poiche' agli occhi del
sistema  operativo  appaiono  come dei normalissimi drive da
3.5 pollici.

E'  possibile  usare dei normali dischetti a bassa densita',
che  sino  a poco tempo fa erano piu' economici di quelli da
3.5  pollici.   L'unica cosa a cui prestare attenzione e' la
piedinatura  del  connettore, perche' esistevano anche drive
da 5.25 pollici e 80 tracce per XT.

Il  trasferimento  di  dati  da un computer MS-DOS dotato di
floppy  drive  HD  da  5.25  pollici  puo'  avvenire tramite
crossdos  purche'  il  dischetto sotto MS-DOS venga acceduto
facendo  uso di un "BIOS-enhancer" come il celebre programma
800.  Il segnale di /DISKCHANGE e' sempre presente in questi
drive.


Main Previous Next