Altri articoli sul numero 42
 Articoli sullo stesso argomento

Tutti  i nuovi Amiga montano di serie un controller per hard
disk   di  tipo  AT-BUS  invece  dello  SCSI  in  precedenza
disponibile  su  scheda  e  cio'  ha generato dubbi in molti
lettori.   Sul  numero  32  di Amiga Magazine potete leggere
quali sono le differenze tra i due standard.

L'  aggiunta  di  un  secondo  hard  disk AT-BUS su A4000 e'
sconsigliabile  in  quanto il numero di combinazioni di hard
disk compatibili tra loro, gia' modesta nei personal MS-DOS,
e' prossimo a zero su Amiga.

Uno dei due hard disk va configurato come "slave" agendo sui
suoi jumper, l'altro va lasciato stare.

A  livello  di software non tutti gli hard disk AT-BUS vanno
bene, e addirittura su due esemplari dello stesso modello ma
con firmware interno di diverso numero di revisione uno puo'
funzionare  perfettamente  e  l'altro no:  questo perche' il
kickstart usa alcuni comandi a basso livello non disponibili
in  tutti  gli  hard  disk.   Fortunatamente  in  genere non
sorgono  problemi,  ma  prima  di  mettere  sul  disco  dati
importanti  e' consigliabile eseguire la seguente procedura:
Creare  alcuni  files  pieni  per  esempio  di zeri (00H) di
diversa   lunghezza,   fino   a   un  megabyte.   Duplicarli
ripetutamente  col comando COPY; solo l'ultima "generazione"
e'  utile.   Se  durante  la  copia  l'Amiga si blocca e' da
sospettare   un   problema   di   cavi,   di   alimentazione
insufficiente  o  compatibilita'.   Controllare infine che i
file  ottenuti  continuino a contenere zeri; se a partire da
un  certo  punto  in poi il valore e' diverso l'hard disk e'
incompatibile;  se un solo byte e' alterato forse un chip di
RAM e' guasto.

Per  formattare  l'hard  disk  si  puo'  usare una opportuna
versione di HDtoolbox.  Il pulsante "low level format drive"
non   deve  trarre  in  inganno  in  quanto  non  forza  una
formattazione a basso livello dell'hard disk (che sugli SCSI
e  sugli  AT-BUS  va fatta solo con cognizione di causa e in
casi  estremi) ma si limita a tentarla, lasciando che l'hard
disk  decida  che  cosa e' meglio fare:  in genere rimappa i
blocchi  difettosi.   Normalmente  non e' necessaria e basta
partizionare.


Main Previous Next