Altri articoli sul numero 41
 Articoli sullo stesso argomento

Anche  se Amiga e' il primo personal computer con un sistema
operativo  multitasking, e' stato l'ultimo a montare i drive
ad  alta  densita':   l'unico  modello  che  ne e' dotato e'
l'A4000.

Ma  tutti  sanno  che gli attuali A3000 e A3000T lo hanno, e
addirittura  in  molte confezioni del drive interno A3010 si
trovano    dei    drive   HD,   siglati   "Chinon   F-357A".
Ufficialmente  sono drive "non collaudati ne' garantiti" nel
funzionamento  ad  alta  densita',  ma  di solito funzionano
senza problemi.

Sono  drive  diversi  dai  drive  HD  per IBM compatibili in
quanto  nel  modo  ad  alta  densita'  il  dischetto ruota a
velocita'  dimezzata (150 giri al minuto), per presentare al
floppy   disk   controller   la  stessa  quantita'  di  dati
nell'unita'  di  tempo  dei  dischetti  normali,  cioe'  250
kilobit per secondo:  un drive ad alta densita' IBM su Amiga
puo'  essere  usato  esclusivamente a bassa.  Il loro "drive
ID" e' $AAAAAAAA.

Commodore    supporta   per   ciascun   modello   di   Amiga
l'installazione   solo   del  floppy  drive  abbinato.   Chi
desidera   sperimentare,   puo'   ottenere  buoni  risultati
adattando  altri  modelli  di  drive,  ovviamente correndo i
rischi dello sperimentatore.

Empiricamente  e' stato verificato che i drive Chinon FZ357A
funzionano  correttamente  anche  installati sugli A2000 (ma
occorre  procurarsi  una  mascherina  a  parte)  e  A500 (il
pulsante  pero'  e'  troppo largo); di conseguenza una volta
superati  i  problemi  dovuti  alla  forma  diversa  non  ci
dovrebbero essere problemi nell'installarli su A600 e A1200.
Inoltre si sa' che il kickstart versione 37.175 non supporta
correttamente   il  caso  in  cui  dopo  avere  inserito  un
dischetto  ad  alta  densita' se ne inserisce uno a bassa (e
viceversa),  ma  c'e'  un  programma di pubblico dominio che
dichiara  di  risolvere  il  problema.  Se montati come df1:
negli  A2000  e  A3000,  occorre  rimuovere  il jumper sulla
motherboard  che  indica  se df1:  e' installato, altrimenti
vengono visti come a bassa densita'.  Ovviamente trattandosi
di  una  operazione  non supportata in qualche caso potrebbe
non funzionare.

Il  riconoscimento  del  tipo  di dischetto e' completamente
automatico  e  si basa sulla presenza del "secondo foro" e i
dischetti  HD  formattati a bassa densita' non vengono letti
se  non  si tappa il secondo foro.  I dischetti Macintosh HD
vengono  letti  correttamente con le nuove versioni di A-MAX
anche senza scheda.

Forare  i dischetti a bassa densita' per formattarli ad alta
puo'  dare  problemi  di  affidabilita'  anche  a  causa dei
trucioli  di  plastica  prodotti, in grado di rigare disco o
testine;  viceversa  usare  dischetti  HD  nel  modo a bassa
densita'  oltre  ad  essere  inaffidabile  rende  necessario
tappare  il  secondo  foro  per poterli leggere nei drive ad
alta densita'.


Main Previous Next