Altri articoli sul numero 41
 Articoli sullo stesso argomento

Il  floppy  disk controller di Amiga e' in grado di pilotare
un  massimo  di  quattro  floppy drive.  Nei modelli A2000 e
A3000  due  interni  e  due  esterni; su A500, A600, A1000 e
A1200 uno interno e tre esterni ed infine su A4000 un jumper
puo' consentire l'una o l'altra combinazione.

Connettendo  piu'  drive  alla stessa linea di selezione (ed
interponendo   dei  buffer)  e'  possibile  l'operazione  di
scrittura  contemporanea  su piu' di quattro drive ma non e'
possibile  la  lettura:   e'  un  trucco  usato per ottenere
grandi quantita' di "copie artigianali".

Per   i   modelli  A1000,  A500,  A600  ed  A1200  Commodore
garantisce  con  certezza il funzionamento di un solo floppy
drive esterno.

In realta' la limitazione e' data dalla corrente massima che
l'alimentatore  puo'  erogare  e  quello  preso in esame dai
progettisti Commodore e' il caso peggiore.  Esistono drive a
basso consumo e addirittura drive che usano solo la tensione
a  +5v  lasciando  libera  la  linea  a  +12v, che in questi
modelli puo' erogare meno corrente.

In questi modelli non e' possibile sapere in anticipo quanti
drive   (e  quante  espansioni  interne  non  Commodore)  e'
possibile   usare   affidabilmente,   perche'   dipende  dal
particolare   caso.   Il  metodo  peggiore  per  verificarlo
consiste   nel   collegare   tutto   e   "vedere   se   va".
l'alimentatore potrebbe essere sovradimensionato rispetto ai
dati  dichiarati  e funzionare tranquillamente.  Ma se fosse
insufficiente,  il  "ripple"  (cioe'  l'ondulazione  residua
della  tensione) supera i limiti massimi ammissibili:  se il
sovraccarico  e'  sulla  linea  a  +5V  l'Amiga  comincia  a
"gurare" inspiegabilmente ogni tanto, mentre con il tempo il
condensatore di filtro in uscita si danneggia.

Se  e'  sulla  linea  a +12v appaiono dei disturbi sul video
ogni  volta  che  si  accende  il  motorino  di  un floppy e
potrebbero anche apparire disturbi sulla porta seriale.  Gli
alimentatori  per  A500  e A600 "leggeri" e quelli "pesanti"
hanno stessa potenza e sono egualmente affidabili.

I  "leggeri"  usano un circuito simile agli alimentatori dei
"compatibili",   mentre   quelli   pesanti  sono  dotati  di
trasformatore  a  bassa  tensione  che,  se  si lascia Amiga
acceso  per molte ore consecutive, raggiunge una temperatura
di  regime  di  50 - 60 gradi (caldo da ustione), che e' del
tutto  normale.   Quando  si  fanno questi tentativi bisogna
misurare  con  tester  e  oscilloscopio  tensioni e correnti
fornite dall'alimentatore per assicurarsi che non escano dai
limiti di guardia (soprattutto a caldo).  Se sono installate
solo espansioni di memoria nel cassetto interno e nello slot
PMCIA,  ci  si  puo'  fidare  del  numero  massimo  di drive
collegabili dichiarato dal produttore, di solito due.

Se   ci  fossero  problemi,  bisogna  o  alimentare  con  un
alimentatore   separato  i  drive  di  troppo  o  sostituire
l'alimentatore dell'Amiga con uno potenziato.


Main Previous Next