Altri articoli sul numero 39
 Articoli sullo stesso argomento

Spesso  quando  vado  a  trovare "amighisti" di vecchia data
(con  A1000  ...)  noto  che  l'immagine dei loro monitor e'
terribilmente  sfuocata:   avendo  visto per anni peggiorare
gradualmente  l'immagine,  non si sono accorti di quanto sia
sfuocata.   Il  tubo  catodico  si  consuma col tempo, e gli
effetti  principali  sono  la  diminuzione della luminosita'
massima e la progressiva sfuocatura.

Per  il  primo  difetto  si  puo'  intervenire solo in parte
usando  uno  speciale apparecchio "rigeneratore" (il cui uso
sottopone il tubo ad uno shock, e c'e' il rischio che se era
prossimo    ad   "andarsene",   lo   faccia   mentre   viene
"rigenerato").

Al  secondo  difetto  puo'  porre  rimedio  anche chi non e'
tecnico  specializzato,  semplicemente agendo sul comando di
"focalizzazione"  o  "focus"  interno  al  monitor, previsto
proprio per compensare l'invecchiamento del tubo.  In genere
e'  un grosso potenziometro plastico posto sulla basetta sul
collo  del  tubo  o  e'  integrato nel trasformatore E.A.T.,
chiaramente  marchiato  "focus";  mettendo a fuoco il centro
dello  schermo  peggiorano  i bordi e viceversa:  cercate il
migliore equilibrio.

Se non avete idea di cosa sia un "trasformatore E.A.T." o se
ritenete  che  il potenziometro sia il componente che misura
la  potenza assorbita, forse e' meglio se portate il monitor
in  un  laboratorio  di riparazioni SERIO e fate eseguire da
loro  la  taratura:   in  genere  eseguono  questo  tipo  di
interventi  su  appuntamento,  cosi'  non starete neanche un
giorno senza il vostro amato Amiga.

In  ogni  caso,  non state a soffrire sognando che un giorno
comprerete  un  monitor Multisync:  per pagare l'intervento,
vi  bastera'  rinunciare  all'acquisto di qualche scatola di
dischetti.


Main Previous Next