Altri articoli sul numero 38
 Articoli sullo stesso argomento

I  monitor  piu' economici, dotati di comandi esterni con un
campo  di azione limitato, possono andare in crisi e fornire
risultati  deludenti se connessi ad un Amiga cosi' come sono
venduti.

Il   problema   piu'   comune  che  sorge  quando  si  vuole
visualizzare   il   modo   productivity   o   una   immagine
deinterallacciata   consiste  nella  presenza  di  due  zone
verticali  nere ai bordi dell'immagine perche' il comando di
ampiezza orizzontale del monitor e' insufficiente.  In molti
monitor  cio'  e'  voluto,  e  infatti  il  manuale allegato
riporta  un  dato  di  superficie utile minore di quella del
tubo  catodico  (un  caso  tipico sono i monitor 14'' aventi
area utile di 13'').

Infatti mentre nei monitor standard di Amiga e' consuetudine
regolare  di  fabbrica  la  dimensione  del  raster  (l'area
illuminata dal fascio elettronico) in modo che debordi dallo
schermo,   nei  monitor  IBM  e  di  conseguenza  in  quelli
compatibili  una  tradizione  risalente agli anni '60 impone
che  il raster sia solo nella zona centrale dello schermo, e
di  conseguenza  la  circuiteria  video  non genera un bordo
ampio  come quello di Amiga.  Il problema e' particolarmente
grave   nel   modo   productivity,  poiche'  qui  l'overscan
disponibile  e'  minimo  e  resta  un  bordo molto spesso, a
differenza    di    quanto    accade    con    le   immagini
deinterallacciate.

La  prima  soluzione,  possibile  solo  con  il  Denise ECS,
consiste  nell'usare uno dei tanti programmi PD che attivano
l'immagine proveniente dal genlock proprio in corrispondenza
del  bordo:   se  nessun genlock e' collegato il bordo sara'
nero come su un IBM.

La  seconda  soluzione  richiede  l'apertura del monitor per
provvedere   alla   taratura  dell'induttore  che  controlla
l'ampiezza  orizzontale,  in  modo  che  il  monitor  faccia
debordare il raster.

E'  una  operazione  semplice,  ma  invalida la garanzia del
monitor  e richiede un minimo di pratica per evitare di fare
danni.

La  procedura  esatta  dipende  dalla  marca  e  modello del
monitor,  e  produce  buoni risultati sia nei NEC 3D che nei
Commodore 1950 e nei CTX.


Main Previous Next