Altri articoli sul numero 111
 Articoli sullo stesso argomento

Vorrei  il  tuo parere su un collegamento del mio A1200 (CPU
68EC020, Kickstart 40.60, Workbench 44.2, FPU 68882) con due
hard disk.

Ho  collegato  in  parallelo  al  mio computer due hard disk
Seagate  Medalist  4310  model  ST34310A  da 4,3 Gb e uso il
primo normalmente e il secondo per dei periodici backup. Con
le  enormi  capacita'  degli attuali hard disk penso che non
convenga usare per il backup migliaia di floppy disk!

Dato  che uso l'hard disk di backup saltuariamente, ho messo
un  interruttore  a  tre  vie  collegato  ai suoi piedini di
alimentazione  e  lo  tengo  normalmente spento accendendolo
solo quando devo fare il backup. In questo modo evito il suo
inutile  funzionamento a vuoto e il consumo; anzi ogni tanto
faccio  uno scambio tra i due hard disk per avere un consumo
uniforme di entrambi.

Ho  notato  pero'  che  quando sono accesi entrambi gli hard
disk tutto funziona normalmente, mentre quando spengo l'hard
disk  di  backup  tutto  si  blocca! E anche quando tento di
riavviare  il  computer con un dischetto di Workbench non ci
riesco!

Ho  provato  anche,  quando  lo  spengo, a disconnetterne il
piedino  1  da  sinistra  o  i piedini 3 e 4 da destra (come
avevi  consigliato  tempo  fa  su  Amiga  Magazine) ma tutto
rimane bloccato.

Questo  non succede se sostituisco l'hard disk di backup con
un Quantum Fireball SE 3.5 da 2 Gb. In questo caso quando lo
spengo tutto funziona normalmente.

Come fare per evitare questo blocco quando uso i due Seagate
e   ne   spengo   uno?  Forse  bisogna  pasticciare  con  le
connessioni  master,  slave,  enable,  cable  select dei due
Seagate?
Attilio Scifoni
Taranto

Usare  un  secondo disco fisso come dispositivo di backup e'
una  soluzione  conveniente e veloce per mettere al sicuro i
propri  dati,  pero'  il  modo  di procedere descritto nella
lettera  e'  scorretto  per  due  motivi. Il primo errore e'
l'uso   di   un   interruttore   tripolare   per  scollegare
simultaneamente  le  due  alimentazioni e la massa del disco
fisso   di   riserva:   cio'   provoca   un   'contraccolpo'
sull'alimentatore,  poiche'  la  corrente  immagazzinata nei
condensatori  elettrolitici  di  filtro  del disco fisso non
puo'  richiudersi  correttamente  nell'istante dell'apertura
dei contatti. Per spegnere il disco fisso aggiuntivo bisogna
aprire  esclusivamente  le linee a +5 volt (filo rosso negli
alimentatori per tower) e + 12 volt (filo giallo), lasciando
sempre  collegati  i due fili neri centrali (massa). Per non
sollecitare  inutilmente  il circuito elettronico dei dischi
fissi  sarebbe  necessario  togliere  la tensione di 12 volt
prima  di quella dei 5 volt; se l'alimentatore dell'Amiga e'
un  alimentatore  da almeno 200 watt si puo' ottenere questo
risultato  applicando  un condensatore elettrolitico da 2200
uF  16V tra i contatti +5 volt e massa del connettore che si
innesta  sul  disco fisso, dopo l'interruttore. Il terminale
negativo  del  condensatore  va  su  uno  dei  due  contatti
centrali  del  connettore di alimentazione della periferica,
mentre  il  terminale  positivo si collega al terminale dove
termina  il  filo  rosso. Poiche' la carica del condensatore
perturba il funzionamento dell'alimentatore, dopo aver fatto
questa  modifica  non  bisogna  chiudere  l'interruttore per
riaccendere  il  disco  fisso mentre l'Amiga e' in funzione:
per attivare il disco di backup si spegne l'Amiga, si chiude
l'interruttore, quindi si riaccende il computer.

La  causa  del blocco non e' pero' il collegamento sbagliato
dell'interruttore,  ma  dipende  dai terminatori interni dei
dischi  fissi  Seagate.  Anche i dischi fissi Eide hanno dei
terminatori  per  assorbire  i disturbi sulla piattina, ma a
differenza  dei  dischi  fissi Scsi il loro funzionamento e'
automatico  e quindi la loro esistenza passa inosservata. Se
pero'  il  disco fisso viene spento rimanendo collegato alla
piattina, i terminatori passivi assorbono corrente dal bus e
possono  provocare  il  blocco  del  sistema.  La  soluzione
tecnicamente  migliore  per  scollegare un disco fisso usato
saltuariamente  e'  percio' l'uso di un cassetto estraibile,
che  ha  un  costo  limitato  e  risolve  anche  il problema
dell'interruzione  della  tensione di alimentazione. Volendo
evitare  questo  acquisto bisogna scegliere dischi fissi con
terminatore  interno  attivo  che  passa  in  alta impedenza
quando manca l'alimentazione.


Main Previous Next