Altri articoli sul numero 110
 Articoli sullo stesso argomento

Scrissi  tempo  addietro per quanto riguarda un overclock su
Amiga.  Addirittura  sostituii  il  quarzo originale montato
sulle  mainboard  di  A1200  alzandolo  fino a 33 MHz: tutto
funzionava  bene  tranne  l'audio che veniva in qualche modo
distorto,  il  floppy  che  non  riconosceva  piu'  i dischi
formattati, e il video che non visualizzava in modo corretto
gli schermi PAL-NTSC (ovviamente anche i sincronismi avevano
subito  l'overclock  generando una frequenza superiore ai 15
KHz).  Ora  mi son cimentato a sostituire il quarzo alla mia
povera  Blizzard  IV 030-50 MHz portandola a 60 MHz. Un paio
di  cosette  non vanno bene: quando il computer (o meglio la
CPU)  e'  freddo  lo schermo rimane buio anche dopo ripetuti
reset (quindi le righette blu sullo schermo non le fa); solo
e  soltanto  dopo  10 minuti di funzionamento (o scaldandolo
con  il  phon,  che funziona subito) il computer parte senza
dar  vistosi  problemi. AIBB dice 68030 60 MHz (che bello!),
solo  al  momento  di  aggiungere la Fast RAM la Blizzard fa
andare  in  guru  il  computer non facendolo nemmeno avviare
subito dopo il riconoscimento del disco fisso: perche'?

Siccome sulla Blizzard il segnale di 50 MHz viene ramificato
in due (uno va alla CPU e FPU e l'altro va alla logica della
scheda per le Simm) ho provato anche a far arrivare i 50 MHz
alla  logica  e  l'overclock alla sola CPU (si sa che la FPU
overcloccata   da'   errori),   pensando   che   questi  due
funzionassero in modo asincrono. Niente, non funziona sino a
quando

non si toglie la Simm. Tutto torna regolare quando si toglie
l'overclock.   Vorrei   sapere  e'  possibile  costruire  un
adattatore  in  grado  di  ospitare  una economicissima DIMM
facendo uscire i segnali di una comune SIMM. Ed essendo a 64
bit  potremmo  avere il doppio della memoria a 32 bit per un
modico prezzo, giusto?

E'  possibile  collegare  un  lettore  DVD alla porta IDE di
Amiga,  essendo  il DVD dotato di porta IDE e rispettando le
caratteristiche  Atapi? [] Ed anche se cio' fosse possibile
in  che  maniera  ci potra' essere utile il DVD sulla nostra
piattaforma?  Non  certo  per vedere filmati visto il nostro
obsoleto  hardware!  Con un PPC e scheda video (es. BVision)
potremmo?
Giancarlo Landi

La  scheda  acceleratrice  Blizzard  1230-IV,  come tutte le
acceleratrici  68030 per A1200, accede alla memoria Fast Ram
in modalita' Burst sincrona. Quando il processore ha bisogno
di  leggere  un  dato che si trova all'interno del modulo di
memoria  la  sua  interfaccia di bus non preleva soltanto il
byte  o  la  word  necessaria,  ma  un  blocco  di locazioni
consecutive che vengono trasferite all'interno della memoria
cache  dati o cache istruzioni. Il controllore della memoria
che   Phase  V  ha  realizzato  con  un  dispositivo  logico
programmabile ha le funzioni di interprete: riceve i segnali
di  controllo  della  CPU  e  li  trasforma in altri segnali
accettati  dai moduli Simm. E' il componente che assicura le
elevate  prestazioni della 1230-IV, poiche' quando lavora in
modalita'  Burst  manda alla RAM soltanto il primo indirizzo
completo  e abbrevia quelli delle locazioni successive. Cio'
riduce i tempi di accesso ai dati migliorando le prestazioni
di sistema.

Il  motivo per cui l'overclock e' fallito e' dovuto al fatto
che  il  trasferimento  dei  dati  tra  Cpu  e  memoria  nel
processore  68030  e' sincrono: la Cpu manda i dati, aspetta
un  numero  prefissato  di  cicli  di  clock  e poi legge la
risposta che proviene dalla memoria, senza aspettare segnali
di  conferma.  Un apposito segnale, controllato dal circuito
di pilotaggio delle memorie, serve a tenere in attesa la Cpu
se il dato tarda ad arrivare. Di conseguenza il 68030 lavora
in modo opposto rispetto al 68020, che aspetta i dati sino a
quando un segnale da' la conferma che sono pronti.

Con  l'audace  modifica  alla  scheda  Blizzard  tentata  da
Giancarlo  si  perde  il  sincronismo  tra Cpu e controllore
della  memoria,  quindi  i  dati  arrivano  troppo  tardi  e
l'overclock  non puo' funzionare. Invece di disaccoppiare il
clock del controllore di memoria da quello della Cpu sarebbe
necessario   modificare   la   sua   programmazione   usando
l'apposito  strumento  per  aggiungere  uno stato di attesa.
Solo il coprocessore matematico puo' funzionare con un clock
autonomo, poiche' dialoga con il 68030 in modo asincrono.

L'overclock  non  funziona  bene neppure lasciando la scheda
senza modifiche perche', anche se il nucleo della Cpu riesce
a  funzionare,  la  sua interfaccia verso il bus esterno non
eroga  correnti sufficienti a vincere le capacita' parassite
che  si  manifestano sul circuito stampato alla frequenza di
60 MHz.

I  moduli  di  memoria  Dimm  comunemente reperibili a basso
costo usano purtroppo chip di memoria con interfaccia Sdram,
invece  dei  chip  Edo  Ram  o  Fast Page che si trovano sui
moduli  Simm.  Hanno quindi bisogno di segnali molto diversi
da  quelli  delle  memorie  normalmente usate su Amiga, e un
eventuale  adattatore  da  Dimm a Simm compatibile con Amiga
dovrebbe   contenere   un   circuito   logico  relativamente
complesso  e  costoso.  Le schede madri per PC che accettano
entrambi  i tipi di memoria offrono questa possibilita' solo
perche'    montano   un   chip   controllore   che   comanda
indipendentemente  con piedini diversi sia memorie Fast Page
sia  memorie  SdRam.  Una  soluzione  di  questo tipo non e'
purtroppo stata prevista sulla scheda Blizzard 1230-IV.

L'organizzazione della memoria nei moduli Dimm non cambia la
quantita' complessivamente disponibile; ad esempio un modulo
Dimm  da 16 Mb e' organizzato come 2 milioni di parole da 64
bit  mentre  un modulo Simm di pari capacita' e' organizzato
come 4 milioni di parole, ma da 32 bit.

L'Amiga accetta senza problemi i lettori Dvd con interfaccia
Atapi, che vengono riconosciuti come normali lettori Cd-Rom.
Non  puo'  pero'  leggere  dischi Dvd-Rom per PC compatibili
poiche' utilizzano il filesystem Udf al posto dell'Iso 9660,
e non puo' leggere film in formato Dvd-Video recenti perche'
sono  criptati per impedire la decodifica dello stream Mpeg2
senza  pagare  royalities (in seguito agli accordi stipulati
dal  consorzio  Dvd).  Fino ad oggi il consorzio ha concesso
chiavi    di   decodifica   esclusivamente   per   programmi
funzionanti  in  ambiente  operativo  Microsoft  Windows. Il
codice  di protezione dei dischi Dvd-video e' tuttavia stato
svelato  da  programmatori  indipendenti; se le cause legali
attualmente  pendenti  consentiranno  la  sua  divulgazione,
sara'   tecnicamente   possibile  adattare  agli  Amiga  con
processore PowerPc il programma per la visione dei Dvd video
attualmente  in preparazione per il sistema operativo Linux.
Poiche'   la  risoluzione  Mpeg2  e'  doppia  rispetto  alla
modalita'  Pal  standard  e' possibile vedere i film a piena
qualita' solo usando una scheda grafica accelerata.




Main Previous Next